WTA, il Ceo Simon su Indian Wells: "La salute viene prima di tutto"



by   |  LETTURE 1106

WTA, il Ceo Simon su Indian Wells: "La salute viene prima di tutto"

L'annullamento del torneo Masters Series 1000 di Indian Wells ha creato scalpore e tante tenniste del circuito femminile si sono lamentate con l'organizzazione del torneo e con la WTA per le modalità con il quale è stata comunicata la decisione agli atleti.

Addirittura diverse atlete erano già arrivate in America e si stavano preparando fisicamente e mentalmente all'inizio del torneo ed alcuni hanno scoperto di questa decisione direttamente attraverso il mondo dei social.

Il comunicato apparso sul sito ufficiale del torneo di Indian Wells è arrivato in maniera quasi inattesa. Il CEO della Wta Steve Simon ha voluto spiegare le ragioni dell'intera organizzazione tennistica: "La prima cosa e sicuramente la cosa più importante da dire è che non c'è nulla di più importante della salute dei giocatori, del personale, dei volontari e di tutti i responsabili che lavorano sugli eventi.

La WTA si immedesima nel problema del Coronavirus e capiamo la delusione dei giocatori. Siamo delusi quanto loro e quanto tutti gli sponsor. Comprendiamo la decisione perché la salute viene prima di tutto. Altri tornei? È ancora troppo presto per capire cosa succederà, monitoreremo la situazione e valuteremo ogni volta"