Wta Tour - Kasatkina beffa Giorgi a Lione, Konta e Svitolina avanti a Monterrey


by   |  LETTURE 2183
Wta Tour - Kasatkina beffa Giorgi a Lione, Konta e Svitolina avanti a Monterrey

Camila Giorgi manca l’appuntamento con la semifinale a Lione. Il ruolo della guastafeste tocca a Daria Kasatkina. Con un piano tattico tanto semplice quanto efficacie – pieno zeppo di parabole alte e palle senza peso – la numero sette del seeding incastra l’azzurra.

Che nonostante le difficoltà, soprattutto nella gestione degli scambi prolungati, riesce a rimanere aggrappata al punteggio e spingersi quanto meno fino al terzo set. Kasatkina contiene in maniera straordinariamente ordinata il tentativo di rientro dell’avversaria, sfrutta una manciata di gratuiti nel game inaugurale e schizza sul 3-0.

Il 6-2 4-6 6-2 finale è praticamente una conseguenza logica. A distanza di diciassette mesi, sportivamente un'eternità, la russa ritrova posto tra le prime quattro in un evento Wta. Ad attenderla ci sarà Anna-Lena Friedsam. Si inceppa sul 6-1 5-3, si rifugia nel tie break, manco a dirlo dilapida anche un vantaggio di 5-1.

Contro Océane Dodin – ormai vecchia promessa del tennis francese – Sofia Kenin si ritrova invece senza una buona motivazione al terzo. Nonostante le circostanze, che a un certo punto non sembrano rispettare la logica, la numero uno del seeding riesce a evitare i problemi e a dilagare fino al 6-1 6-7(5) 6-2.

Sulla strada per la finale adesso la sola Alison Van Uytvanck. Nell’International di Monterrey, Johanna Konta riesce in qualche modo a raggiungere l’obiettivo semifinale. Contro la diciottenne Anastasia Potapova, una di cui sentiremo parlare parecchio nei prossimi mesi, la britannica rimedia a una quasi-disperata situazione di 2-5 nel terzo set e rigetta la sconfitta in due occasioni.

Alla soglia delle tre ore di gioco fissa il successo sul 6-7(6) 6-3 7-6(7) e prenota ovviamente la sfida con Marie Bouzkova, perfetta contro Yafan Wang. Nel percorso riabilitativo di Elina Svitolina, in crisi di risultati per usare un eufemismo, il successo ai danni di Leylah Fernandez assume una certa importanza.

La stellina canadese, reduce dalla finale ad Acapulco, non sfrutta nessuna delle cinque chance di break che ha nel cuore del secondo set e manca presumibilmente di lucidità ai piedi del traguardo. Niente che il tempo non possa modificare, insomma.

Dopo il terzetto di sconfitte a Hua Hin, Dubai e Doha, l'ucraina ritocca il best result in stagione e si prende Arantxa Rus. Complice il ritiro di Varvara Flink all’esordio, l'olandese ha ha lasciato per strada appena undici game in tre partite.

CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI Photo Credit: Wta Tour