Wta Auckland - Serena Williams rientra con un successo, niente da fare per Giorgi


by   |  LETTURE 1153
Wta Auckland - Serena Williams rientra con un successo, niente da fare per Giorgi

Serena Williams non apporta particolari modifiche al copione in occasione della prima prova tecnica in stagione. Niente da fare per Camila Giorgi - reduce peraltro dal tabellone cadetto - che nei sessantotto minuti totali raccoglie appena cinque game.

"Serenona" annulla le tre palle break che mette a disposizione dell'avversaria, fa la differenza proprio con il servizio, manco a dirlo vince più del 75% dei punti con la prima palla e non sporca eccessivamente il taccuino di unforced.

Il 6-3 6-2 è quindi figlio di un parzialotto di 5-1 a cavallo tra la prima e la seconda frazione. Nello stesso spicchio di tabellone della numero uno orbita Coco Gauff (che affronterebbe però ai quarti di finale) sulla strada c'è comunque Christina McHale.

Tutto estremamente facile per Caroline Wozniacki, che supera Paige Mary Hourigan con un secco 6-1 6-0, da registrare il rientro vincente di Amanda Anisimova. Esemplificativo il 6-3 6-4 a Kateryna Kozlova dopo quattro mesi di assenza dal circuito.

Al secondo turno affronterà Daria Kasatkina. Il tabellone dell'International di Shenzhen prende forma senza le prime due teste di serie. Belinda Bencic non sfrutta un set di vantaggio nella sfida con Anna Blinkova (che nel corso della terza frazione lascia per strada appena due punti con la battuta a disposizione) Aryna Sabalenka manca invece undici palle break contro Kristyna Pliskova.

Un passo falso significatico per la campionessa in carica, una abituata a vincere in Asia, che vince sette game. Non saltano invece teste di serie a Brisbane. Petra Kvitova supera sulle montagne russe Anastasia Pavlyuchenkova, Madison Keys si sbarazza invece senza difficoltà della qualificata Marie Bouzkova.

Il Day 2 segna l'esordio nel torneo di Kiki Bertens e di Naomi Osaka. La tennista olandese sopravvive alla complicatissima sfida con Dayana Yastremska, vera e propria mina vagante nel tabellone, la due volte campionessa Slam fa sostanzialmente lo stesso con Maria Sakkari.

Stravince il primo set, recupera un break di vantaggio nel terzo e dopo poco più di due ore sigilla il successo sul 6-2 6-7(4) 6-3. Si spegne solamente nel tie break del terzo Maria Sharapova. L'allieva di Riccardo Piatti (alla prima dagli Us Open) si concede una pausa nel cuore del secondo e in un terzo povero di emozioni manca di non trova delle armi sufficientemente valide.

Jennifer Brady si impone con un laborioso 3-6 6-1 7-6(3). CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI Photo Credit: Getty Images