Wta Lussemburgo - Esordio amaro per Camila Giorgi, passa Petkovic


by   |  LETTURE 2060
Wta Lussemburgo - Esordio amaro per Camila Giorgi, passa Petkovic

C’erano tanti dubbi sulla condizione di Camila Giorgi, costretta al ritiro tre settimane fa a Wuhan per problemi al polso destro, dubbi in parte fugati dall'esordio in chiaroscuro dell’azzurra al BGL Open di Lussemburgo.

Impegnata contro Andrea Petkovic, Camila domina infatti il primo set e lo archivia addirittura con il bagel, prima di subire la rimonta della tedesca e di cedere con uno 0-6 6-4 6-4 maturato in meno di due ore di partita.

Petkovic, che qui a Lussemburgo vanta una semifinale (nel 2012) e ben due quarti di finale, centra così la terza vittoria su sette contro l'azzurra, vendicando peraltro la sconfitta subita per mano di Giorgi a New Haven due mesi fa.

Camila manca invece l'appuntamento con la prima vittoria in carriera al BGL Open, dove si era presentata soltanto nel 2013, perdendo nelle qualificazioni. È un primo set praticamente perfetto quello della tennista di Macerata, che risulta di fatto ingiocabile al servizio e soprattutto in risposta: il risultato è un 6-0 maturato in appena 25 minuti, che rappresenta peraltro il primo bagel in sette scontri diretti tra le due (Camila lo aveva sfiorato già a Dubai e a Linz, nel 2014, due match entrambi conclusi 6-1 6-2 in suo favore).

Nel secondo set l'azzurra cala nel rendimento in risposta e concede qualcosa anche al servizio, incappando in qualche doppio fallo di troppo. Proprio due doppi falli la condannano nel decimo gioco, quando Giorgi concede il break decisivo ad una rediviva Petkovic, che incassa il 6-4 e rimanda così le sorti della contesa al terzo e decisivo set.

Qui il match si mantiene sul filo dell'equilibrio: la tedesca è la prima a mettere il naso avanti, volando sul 2-0, ma poi concede l'immediato contro-break e rischia addirittura di trovarsi sotto 3-2, ma nel quinto game è brava a salvare una pericolosissima palla break.

Il break è comunque nell'aria, e arriva puntuale nel proverbiale settimo game, quello che consente a Camila di involarsi sul 4-3 e servizio. Sul più bello, però, la luce si spenge per la maceratese, che subisce un doloroso parziale di tre giochi consecutivi e si vede così costretta ad arrendersi con un nuovo 6-4.

Petkovic affronterà adesso al secondo turno una connazionale, la qualificata Antonia Lottner, che si è imposta quest’oggi in rimonta nel derby teutonico contro Tamara Korpatsch. Tra gli altri match di giornata, si segnala la spaventosa prova di forza della campionessa olimpica Monica Puig, capace di liquidare la Ferro con un eloquente 6-1 6-0.

Bagel anche per la numero 1 del seeding Elise Mertens, impostasi 6-0 6-3 sulla lucky loser Schoofs: la belga se la vedrà ora agli ottavi contro la vincente della sfida tra la McNally e la fresca finalista di Linz Jelena Ostapenko.

Intanto, a Mosca, vincono tutte le teste di serie impegnate in giornata: a cominciare dalla numero 5 Dayana Yastremska, che supera sul 6-1 6-4 l’ex top 10 Daria Kasatkina. Avanti in due set (e con lo stesso punteggio) anche la testa di serie numero 8 Ekaterina Alexandrova, reduce dalla semifinale di Linz, che di fronte al pubblico amico regola senza problemi la Cepelova.

Soffre di più Kiki Mladenovic, brava comunque a passare con un 6-4 3-6 6-2 maturato in rimonta ai danni di Putintseva: per la francese si profila adesso un ottavo complicato contro la numero 6 del seeding Sevastova.

Photo Credit: Tobias Hoefinger/WTA Linz

CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI