Wta Zhangzhou - Pliskova in semifinale, si ferma la "maratoneta" Svitolina


by   |  LETTURE 1869
Wta Zhangzhou - Pliskova in semifinale, si ferma la "maratoneta" Svitolina

Con un considerevole ritardo sulla tabella di marcia, dati gli innumerevoli problemi causati dalla pioggia nel giovedì, si allinea alle semifinali il tabellone del Premier di Zhanghzou. Karolina Pliskova, la prima a scendere in campo sul Centrale, risolve la pratica Polona Hercog (in vantaggio 5-2 nella seconda frazione) con un mega-parziale di 5-0 e nel pomeriggio allarga il bilancio delle vittorie con Sofia Kenin.

La numero uno del seeding sigilla infatti la seconda pratica con un roccioso 6-4 4-6 6-1 e raggiunge quanto meno Alja Tomljanovic. L'australiana supera invece per la terza volta in carriera una Top 10 (in questo caso Kiki Bertens) e completa poi l'opera battendo Saisai Zheng (precedentemente vittoriosa su Alison Riske) grazie a un 6-1 6-7(4) 6-4 che costruisce in quasi tre ore di gioco.

Settima semifinale nel circuito maggiore per la ventiseiènne nativa di Zagabria, di due quattro vittorie e due sconfitte il bilancio. Aryna Sabalenka si sbarazza senza troppe difficoltà di Jelena Ostapenko, che riesce a rendere il passivo appena accettabile con una mancata di break, ma non supera il test Petra Martic nella seconda parte di giornata.

Cinque ore, diciassette minuti e cinquantasei secondi. Surreale il tempo da maratona di Elina Svitolina a Zhanghzou. L'ucraina, reduce peraltro dalla semifinale a Flushing Meadows, recupera in due occasioni un break di ritardo a Yulia Putintseva nella terza frazione e tenta di ripetersi anche con Kiki Mladenovic.

La francese, che parte decisvamente meglio, schizza però sul 3-0, sul 4-2 e infine sul 5-2 anche nel set decisivo. Nonostante qualche piccola problematica (soprattutto con la battuta a disposizione) riesce alla fine a far valere la maggiore freschezza fisica e a chiudere sul 6-4 4-6 6-3 alla quinta opportunità utile.

Kiki acciuffa così la diciottesima semifinale in carriera, curiosamente la prima dal gennaio del 2018, un po' a sorpresa. Le padrone di casa Nao Hibino e Misaki Doi centrano invece l'obiettivo semifinale nell'International di Hiroshima.

La prima, che peraltro non raggiungeva i quarti di finale nel circuito maggiore addirittura dal 2017, liquida Su-Wei Hsieh con un secco 6-3 6-4 e prenota la sfida con Mihaela Buzarnescu. Alla seconda tocca invece Veronika Kudermetova.

Rebecca Peterson, Nina Stojanovic, Shuai Peng ed Elena Rybakina le ultime quattro rimaste a Nanchang. Photo Credit: Getty Images