Ashleigh Barty: “Perdere la prima posizione del ranking non mi interessa”


by   |  LETTURE 932
Ashleigh Barty: “Perdere la prima posizione del ranking non mi interessa”

Sconfitta già al secondo turno della Rogers Cup di Toronto da Sofia Kenin in tre set, la ventitreenne di Ipswich Ashleigh Barty non si è detta affatto preoccupata dalla possibilità di perdere la vetta del ranking WTA, che aveva conquistato solo poche settimane fa in seguito al suo clamoroso successo al Roland Garros e alla vittoria a Birmingham: “Quella del numero uno è una cosa che non mi preoccupa.

Io cerco di fare del mio meglio ed oggi questo non è successo”. Adesso, l’australiana rischia seriamente di essere scalzata dalla vetta delle classifiche: a Naomi Osaka basta vincere una sola partita per superarla, mentre Karolina Pliskova deve spingersi fino alle semifinali se vuole tornare sul gradino più alto del ranking, da lei già occupato nel 2017.

A proposito della sconfitta, Barty ha dichiarato: “Non mi sono adattata abbastanza rapidamente alle condizioni del campo, perciò non ho potuto sviluppare il mio miglior gioco. Non ho potuto colpire forte la palla o essere aggressiva e contro rivali come lei [Kenin] questo comporta delle conseguenze”.

Tuttavia, l’australiana è ancora in gara nel torneo di doppio, dove fa coppia con la bielorussa Victoria Azarenka: “Sono ancora in gioco in doppio con la speranza di poter andare avanti e prendere ritmo per ciò che mi aspetta in futuro, che è molto importante”. Per Barty, dunque, fondamentale prendere confidenza con la superficie veloce, in ottica soprattutto per gli Us Open.