Roland Garros - Fuori Serena Williams e Naomi Osaka!


by   |  LETTURE 2569
Roland Garros - Fuori Serena Williams e Naomi Osaka!

Che la partita contro Sofia Kenin per Serena Williams potesse nascondere diverse insidie era preventivabile. La 23 volte campionessa Slam non aveva giocato il suo miglior tennis nei primi due turni, battendo Vitalia Diatchenko all'esordio in tre set e Kurumi Nara, test poco attendibile, in due set.

Kenin, 20enne nata in Russia ma cresciuta fin da piccola negli Stati Uniti, è entrata in campo senza paura e con grande determinazione, dando l'impressione di poter essere cinica nei momenti decisivi. I 17 anni di differenza si sono visti tutti, con una Serena poco mobile a causa di un infortunio al ginocchio che si porta dietro da tempo.

Non è bastato l'orgoglio mostrato nel secondo set per rimontare il match: sul 5-5 Kenin ha piazzato il break decisivo per poi chiudere la pratica, al servizio, al secondo match point. 6-2 7-5 il punteggio finale che regala alla Kenin il passaggio agli ottavi.

Per la prima volta da Wimbledon 2014 Serena non giocherà nella seconda settimana di uno Slam. Sarà proprio l'amato All England Club, dove ha vinto sette titoli, a farla tornare grande? Lo scorso anno è riuscita a raggiungere due finali, Wimbledon e US Open, pur non giocando al meglio.

Nel 2019 una delusione dopo l'altra, a partire dal clamoroso match perso con Karolina Pliskova in Australia. Un'altra sorpresa è arrivata sul sul Suzanne-Lenglen, dove esce di scena la numero 1 del mondo Naomi Osaka.

A sorprendere la giapponese, che interrompe così una striscia di 16 vittorie consecutive nei Major, è la numero 1 del mondo di doppio Katerina Siniakova, che incassa un netto 6-4 6-2 e centra così la quinta vittoria in carriera contro una Top10, la prima contro una Top 3.

L’ultima vittoria in singolare della numero 1 del mondo di doppio ai danni della numero 1 del mondo di singolare risaliva alla finale degli US Open 1987, quando Martina Navratilova sconfisse in due set Stefanie Graf.

Per quanto il feeling con la terra rossa sembrasse migliorato, questa sconfitta di Osaka era un po’ nell’aria, considerando anche quanto la giapponese avesse sofferto nei primi due turni, contro Schmiedlova prima e Azarenka poi.

Oggi la classe ’97 ha pagato a caro prezzo i 38 gratuiti e lo scarso rendimento sulle palle break, dove ha messo a referto un drammatico 0/7. Osaka è comunque sicura di restare numero 1, a prescindere da come si concluderà il torneo.

Vola invece Siniakova, che agli ottavi di finale (i primi della sua carriera a ivello Slam) se la vedrà con Madison Keys, vittoriosa in tre set sulla russa Blinkova. Nessun problema invece per la campionessa in carica Simona Halep, che concede appena tre game ad una malconcia Lesia Tsurenko, conquistando così l’ottava vittoria su otto negli scontri diretti disputati in carriera contro l’ucraina.

Simona si giocherà adesso un posto ai quarti con la polacca Iga Swiatek, che ha rimontato la campionessa olimpica Monica Puig dopo aver perso per 6-0 il primo set. Anche per la classe 2001, come per Siniakova, si tratta del primo ottavo di finale Slam in carriera: il modo migliore per festeggiare i 18 anni di età compiuti ieri.