Wta Madrid - Kvitova e Osaka passeggiano, è show di Halep


by   |  LETTURE 4385
Wta Madrid - Kvitova e Osaka passeggiano, è show di Halep

Il WTA Premier Mandatory di Madrid si conferma un torneo particolarmente caro a Petra Kvitova. La ceca, qui tre volte regina e campionessa in carica, centra infatti la sua nona vittoria consecutiva alla Caja Magica battendo 6-3 6-3 Caroline Garcia nell’ultimo match del programma diurno.

Per la numero 2 del mondo, che ha festeggiato quest’oggi la quinta vittoria su otto scontri diretti contro la francese, si profila adesso ai quarti il remake della finale dello scorso anno: ad attenderla c’è infatti Kiki Bertens, impostasi sulla Sevastova con un impressionante 6-1 6-2.

L’olandese ha un conto in sospeso con Kvitova, che l’ha sconfitta non solo all’ultimo atto di Madrid 2018, ma anche nella semifinale di Stoccarda di due settimane fa. Procede a gonfie vele anche l’avventura di Naomi Osaka, che evidentemente si sta sempre più abituando a vincere anche sulla terra, la superficie sulla carta a lei meno congeniale.

La numero 1 del mondo liquida infatti Aliaksandra Sasnovich con un netto 6-2 6-3 e si guadagna così l’accesso ad un quarto di finale tutto da gustare contro la scatenata Belinda Bencic, che ha concesso appena due game alla Kozlova.

Quest’anno le due si sono incontrate a Miami, appena due mesi fa, e la Bencic si è imposta con un sorprendente 6-3 6-1 maturato in poco più di un’ora. Ancora più spaventosa la prova di forza di Simona Halep, qui due volte campionessa, che in apertura di programma rifila un doppio bagel alla povera Kuzmova, presentatasi agli ottavi dopo aver sconfitto in due set giocatrici del calibro di Goerges e Suarez Navarro.

Tra la rumena e la semifinale c’è ora una delle giocatrici più in forma del circuito, Asheligh Barty: l’australiana, che ha esordito questa settimana in top 10, ha sofferto solo un set contro Yulia Putintseva e si è imposta in rimonta per 4-6 6-1 6-2.

I precedenti con Halep, tutti disputati sul veloce, vedono la rumena condurre 2-1: ma nel più recente, l’ottavo di Sydney di gennaio, è stata la Barty a passare con un duplice 6-4. A chiudere il quadro dei quarti di finale la sfida tra Sloane Stephens, giustiera in rimonta della Zheng, e Petra Martic, che ha approfittato del ritiro di Donna Vekic sul 3-0 in suo favore nel terzo set.