Wta Madrid - Osaka e Halep partono bene, subito fuori Muguruza


by   |  LETTURE 1403
Wta Madrid - Osaka e Halep partono bene, subito fuori Muguruza

La numero 1 del mondo Naomi Osaka non aveva mai vinto una partita a Madrid, ma questo pomeriggio è riuscita finalmente a sfatare questo curioso tabù. La campionessa degli ultimi due Slam, reduce dal ritiro a Stoccarda, ha piegato la resistenza della slovacca Dominika Cibulkova grazie al punteggio di 6-2 7-6(6) in quasi due ore di gioco.

Come spesso le accade, Osaka ha giocato in maniera brillante mettendo a segno ben 43 vincenti, ma ha commesso anche 30 errori gratuiti ed è stata costretta a recuperare un break di ritardo nel secondo set. Al secondo turno la giapponese se la vedrà con la wild card Sara Sorribes-Tormo, giustiziera in tre set della connazionale Lara Arruabarrena.

Solida performance di Belinda Bencic, che ha dominato una spenta Alison Van Uytvanck archiviando la pratica sul 6-4 6-3 dopo un’ora e mezza esatta. Il prossimo ostacolo sul cammino della svizzera risponde al nome di Svetlana Kuznetsova, che ieri aveva estromesso a sorpresa Aryna Sabalenza senza concedere nemmeno un set.

Esordio tutto sommato comodo per l’ex numero 1 del mondo Simona Halep, due volte vincitrice di questo torneo, che si è sbarazzata della russa Margarita Gasparyan con il risultato di 6-0 6-4 in un’ora e un quarto.

Dopo aver passeggiato nella frazione inaugurale, la rumena ha incontrato qualche difficoltà nel secondo set, dove ha sciupato un match point sul proprio servizio nel nono game. La chiusura è arrivata a distanza di pochi minuti grazie anche ad un nastro fortunoso.

Termina subito l’avventura di Garbine Muguruza davanti al pubblico amico, complice l’ottima vena di Petra Martic che ha gestito benissimo la pressione di giocare sulla Pista Manolo Santana. La croata si è imposta 7-5 7-6(2) sfruttando i sanguinosi passaggi a vuoto dell’iberica.

La numero 20 WTA non ha convertito tre set point consecutivi nel parziale di apertura, oltre a gettare al vento un break nel secondo set che avrebbe potuto capovolgere l’inerzia della gara. Nelle altre sfide in programma quest’oggi, si segnalano le vittorie di Angelique Kerber e Karolina Pliskova, rispettivamente quarta e quinta testa di serie.

La tedesca ha lasciato appena cinque game a Lesia Tsurenko nell’ultimo match della sessione diurna, mentre la ceca ha dovuto faticare parecchio per superare l’ucraina Dayana Yastremska dopo due ore e venti minuti.

Avanza anche Sloane Stephens, a cui sono bastate le marce basse per eliminare la qualificata Polona Hercog. Bene Kiki Mladenovic e Donna Vekic, mentre esce di scena una brutta Elina Svitolina ad opera di Pauline Parmentier.

Un infortunio alla parte bassa della schiena ha infine obbligato al ritiro Caroline Wozniacki quando era sotto 3-0 contro Alize Cornet. Due soli primi turni maschili erano previsti nella giornata odierna. La wild card Felix Auger-Aliassime si è aggiudicata il derby canadese con Denis Shapovalov riscattando la sconfitta agli US Open dello scorso anno.

Il 18enne di Montreal ha approfittato dell’orrenda prestazione del rivale chiudendo 6-2 7-6(7) in poco meno di due ore, ma avrà bisogno di innalzare il rendimento se vorrà impensierire Rafael Nadal al turno successivo.

Malissimo Nick Kyrgios, costretto ad abbandonare anzitempo la Caja Magica per mano di Jan-Lennard Struff.