Wta Stoccarda - Osaka, rimonta folle con Vekic! Bertens show con Kerber



by   |  LETTURE 3249

Wta Stoccarda - Osaka, rimonta folle con Vekic! Bertens show con Kerber

È all’insegna dello spettacolo la giornata di quarti di finale del WTA Premier di Stoccarda. A cominciare dalla folle vittoria di Naomi Osaka, che supera col brivido per 6-3 4-6 7-6(4) Donna Vekic e centra così la prima semifinale WTA in carriera sulla terra, dopo essersi trovata sotto 5-1 e servizio Vekic nel terzo set.

In un match a tre facce, la giapponese vince con agio il primo parziale e giunge al 4-5 del secondo senza aver concesso neanche una palla break all’avversaria. Al servizio per allungare il set, Osaka trema e con quattro punti di fila cede game e parziale alla croata.

È un passaggio a vuoto che sembra far girare in maniera improvvisa e irreversibile il copione della partita: la campionessa degli Australian Open esce infatti di scena, Vekic diventa assoluta padrona del campo e con un parziale di sette giochi a uno si porta sul 5-1 e servizio nel set decisivo.

Proprio quando sembra che i giochi siano fatti, tuttavia, ecco un nuovo clamoroso colpo di scena: senza concedere match point, Osaka si scuote, strappa per due volte di fila il servizio all’avversaria e risale in un attimo fino al 5-5.

Vekic interrompe l’emorragia di game e riesce quanto meno ad approdare al tie-break, dove però è la giapponese a fare la voce grossa e a chiudere i conti sul 7-4. La numero 1 del mondo si giocherà ora un posto in finale con Anett Kontaveit, che ha approfittato del ritiro di Viktoria Azarenka sul punteggio di 3-0 in suo favore nel terzo set, dopo che la bielorussa era stata avanti 5-3 nel secondo. Fatale alla bielorussa un infortunio alla spalla destra.

Letteralmente perfetta la prestazione di Kiki Bertens, che non dà scampo ad una Angelique Kerber (qui campionessa nel 2015 e 2016) generosa ma ancora lontana dalla migliore condizione. L’olandese gioca un match pazzesco al servizio, e chiude sul 6-3 6-4 in appena 77 minuti senza concedere neanche una palla break.

Per Bertens, che prima di quest’anno non aveva mai vinto una partita a Stoccarda (eliminata al primo turno nelle ultime due edizioni), si tratta della terza vittoria su cinque scontri diretti contro Kerber e della terza semifinale stagionale, dopo quella persa a Sydney e quella vinta a San Pietroburgo, torneo nel quale si sarebbe laureata campionessa.

Tra lei e l’ultimo atto c’è ora un’altra avversaria di grande prestigio, quella Petra Kvitova che lo scorso anno la sconfisse nella finale di Madrid ma con cui Bertens avrebbe poi vinto le due sfide successive, a Montreal e a Cincinnati.

Dopo un primo set disastroso contro Sevastova, la ceca ha aggiustato le cose nel secondo set, prima di incassare il 6-3 al terzo. Domani Petra andrà a caccia della quarta finale stagionale, la prima sulla terra: quest’anno è 3/3 in semifinale.

Intanto, nel WTA International di Istanbul, l’unica testa di serie rimasta in tabellone, la numero 6 Petra Martic, vince un match rocambolesco con Kiki Mladenovic, passando per 7-6(4) 4-6 7-6(2) dopo tre ore e venti di battaglia.

La croata attende al penultimo atto Margarita Gasparyan, che a fine giornata si è aggiudicata in due set il derby russo contro Kudermetova. Sarà invece il derby ceco tra Marketa Vondrousova (netto 6-1 6-2 alla Arruabarrena) e Barbora Strycova (0-6 7-6(6) 6-0 alla qualificata Rybakina) a decidere la finalista della parte alta di tabellone.