Wta Monterrey - Tre anni dopo, Azarenka giocherà nuovamente una finale


by   |  LETTURE 3297
Wta Monterrey - Tre anni dopo, Azarenka giocherà nuovamente una finale

Giunti a questo punto del torneo, il Volvo Car Open su terra verde di Charleston avrà la miglior finale possibile. A contendersi il titolo saranno, infatti, Madison Keys e Caroline Wozniacki, le giocatrici più forti tra quelle arrivate in semifinale.

La danese, alla prima finale degli ultimi sei mesi, cercherà di bissare il titolo vinto otto anni fa, mentre è la seconda finale a Charleston per Keys che nel 2015 perse contro Kerber. Piuttosto nette le semifinali di oggi: nella prima, Wozniacki firma il sesto successo in altrettante sfide contro Petra Martic, giocatrice troppo simile lei – ma evidentemente più debole – per crearle seri problemi.

Caroline vince per 6-3 6-4 in meno di un’ora e mezza con un solo break subito e ben sette ace. Sono, invece, addirittura nove gli ace di Keys nei 67 minuti che le sono necessari per sbranarsi Monica Puig, abbattuta con un deciso 6-4 6-0.

I precedenti obbligano ad assegnare a Wozniacki il ruolo di favorita: la danese, difatti, ha vinto entrambe le partite giocate contro Keys, la prima agli Us Open 2016 e l’altra a Indian Wells 2017 per un totale di quattro set vinti e nessuno perso.

A distanza di oltre tre anni dall'ultima volta, Victoria Azarenka tornerà a giocare una finale Wta. È cambiato il mondo da quando Vika vinse l'edizione 2016 del Miami Open: si giocava ancora a Crandon Park, Azarenka era ancora una top-ten e, soprattutto, non era ancora una mamma.

Oggi la bielorussa va a corrente alternata, è numero 67 del mondo e spesso perde. Non a Monterrey o, almeno, non finora. La legge di Vika si abbatte nuovamente su Angelique Kerber, battuta nella nottata per l'ottava volta in nove partite.

La tedesca, dopo essere stata in vantaggio per quasi tutto il primo set e averlo infine perso, riesce a rimettere in piedi la partita restituendo il 6-4 ad Azarenka, ma il terzo set si trasforma in un bagno di sangue. Kerber prima si inguaia da sola commettendo due doppi falli nel primo turno di servizio e poi crolla sotto i colpi di una Azarenka in versione deluxe.

La bielorussa domina il terzo set e se lo aggiudica per 6-1. In finale Vika troverà Garbine Muguruza che ha disposto abbastanza agevolmente di Magdalena Rybarikova. Curiosamente l'unico precedente tra le due risale proprio al sopracitato torneo di Miami nel 2016 e, ovviamente, vinse Azarenka.