Halep e il nuovo...vecchio coach: "Mi conosce, questo facilita le cose"


by   |  LETTURE 1867
Halep e il nuovo...vecchio coach: "Mi conosce, questo facilita le cose"

Simona Halep ricomincia con un nuovo...vecchio coach. Si tratta del connazionale Daniel Dobre, col quale aveva collaborato nel 2015. Simona ne ha parlato in conferenza stampa a Miami, esponendo i perchè della sua scelta: "Ho un tecnico rumeno, qualcuno con cui ho lavorato prima, anche durante il mio periodo con Darren Cahill.

Il suo nome è Daniel Dobre. Lui conosce me abbastanza bene e sono felice di questa decisione, ho fiducia in lui e avevamo un buon rapporto in passato. Abbiamo una buona connessione e questo rende le cose più facili.

Il fatto che un allenatore si fida e crede in te, permette di sentirsi libere e sicure in campo. Ho bisogno di sentire una connessione, una fonte d' ispirazione. Si vuole sempre un allenatore con la miglior abilità tecnica, ma dopo 20 anni che giochi tennis, non si può cambiare molto tecnicamente o tatticamente.

Per me, la cosa più importante è la connessione" Simona ha elogiato l'esplosione della canadese d'origini rumene Andreescu. "Ho visto alcuni momenti dei suoi match. Ha giocato molto bene. Qualche anno fa ho imparato che è abbastanza forte per affrontare le grandi giocatrici.

Ha fatto un ottimo lavoro e voglio davvero congratularmi con lei, ha un grande futuro perché è giovane e non sente molta pressione in questo momento. Penso però che sia abbastanza forte per gestire la pressione.

Quando vedo le ragazze di 17, 18 anni comincio a sentirmi vecchia e non mi piace" In Wta non esiste più una favorita, e questo per Halep "E' un bene per il tennis. E' bello perché ognuno ha la possibilità di vincere.

Il fatto che i tornei siano aperti li rende più interessanti per i tifosi e anche per noi. Non è come prima, quando Serena vinceva tutto. Ora è un po'diverso"