Wta Indian Wells - Grandissima Serena contro una grande Azarenka



by   |  LETTURE 3437

Wta Indian Wells - Grandissima Serena contro una grande Azarenka

Il giorno della festa della donna la Wta si regala un secondo turno lussureggiante, probabilmente il migliore possibile. Due donne, due mamme e, soprattutto le protagoniste di quella che fu la finale di questo torneo nel 2016.

Serena Williams batte per la diciottesima volta in ventidue sfide Victoria Azarenka e avanza al terzo turno dove ad attenderla troverà Garbine Muguruza. Serena deve vincere due volte il primo set prima di intascarlo davvero.

Sul 3-3 l’americana salva un fantastico game cancellando due palle break in modo fantastico per poi allungare sul 5-3. Il 6-3, che pareva cosa fatta sul 30-0, non trova concretezza: Azarenka rientra nuovamente e completa l’aggancio sul 5-5.

L’undicesimo è un altro game di passione: 16 punti e altre tre palle break cancellate da Serena prima di rimettere la testa avanti. Il punto esclamativo – anzi, due – sul 7-5 arriva con una doppia risposta vincente, una col dritto l’altra col rovescio, negli ultimi due punti del set.

A Vika non basta un saldo vincenti/errori in positivo (17-13) né le 11 palle break avute a disposizione, di cui tre trasformate. Nel secondo set Azarenka tiene botta alla grande fino al 3-3 mettendo quasi sempre in difficoltà i turni di servizio di Serena, basti pensare che soltanto nel settimo l’americana trova il primo turno di battuta che termina prima del 40-40.

Il break, colto nell’ottavo game, viene tramutato nel 6-3 finale, ma non prima di aver cancellato altre due palle break al termine dell’ennesimo game-fiume da 14 punti. Nel resto dei match di secondo turno non c’è nessun problema per Simona Halep nel liquidare per la quinta volta consecutiva Barbora Strycova, mentre non fanno quasi più notizia le sconfitte di Sloane Stephens, anche se vincere appena tre game contro Voegele è un’impresa notevole.

In chiusura di programma si salva arrampicandosi al tie-break del secondo set per completare poi la rimonta Elina Svitolina; l’ucraina era impegnata nel complesso esordio contro la ventenne Sofia Kenin.