Wta Tokyo - Azarenka si ritira, Giorgi raggiunge Osaka in semifinale


by   |  LETTURE 1589
Wta Tokyo - Azarenka si ritira, Giorgi raggiunge Osaka in semifinale

Viktoria Azarenka ha due problemi. Il primo è di natura fisica (e costa il ritiro) il secondo è di natura tecnica. Camila Giorgi approfitta delle difficoltà dell'avversaria (che sotto di un break nella prima frazione alza bandiera bianca a causa di qualche problema respiratorio) ma macchia sostanzialmente il mini-match solo con una manciata di errori in avvio. Dopo il successo ai danni di Wozniacki non cambia modus operandi e nemmeno attitudine. A Tokyo centra allora la decima semifinale in carriera - la prima in un Premier V - e butta un occhio su Naomi Osaka. 

Non apporta nessuna modifica sulla tabella di marcia e aggiunge la nona perla alla collana. Per Osaka è ancora ordinaria amministrazione. La giapponese gestisce in maniera estremamente matura anche il test Strycova - che più di qualche problema lo aveva riservato proprio a Tokyo nel 2015 - sigillando sul 6-3 6-4 un match mai in discussione. 

Alison Riske fa tremare Karolina Pliskova. Ai piedi del tie break, nel terzo set, ha addirittura due match point con la battuta a disposizione. Alla fine della corsa vince la ceca (perfetta in avvio di match) che rimargina il gap proprio in extremis e dilaga. Finisce 6-1 6-7(5) 7-6(4): ad aspettarla in semifinale c'è Donna Vekic. Stephens, Konta e anche Garcia. La croata ferma il cronometro dopo 74 contro la numero due del seeding - e numero quattro del mondo - con l'ennesima prestazione-monstre della settimana. Vince ancora senza perdere set (6-3 6-4) e con il secondo successo numericamente più importante in carriera si adagia sul quarantesimo gradino del ranking. 

Jelena Ostapenko non difende il titolo a Seoul. Anzi. Crolla al secondo turno. Nel primo match di giornata contro Ekaterina Alexandrova raccoglie cinque game in 77 minuti. Qualche patema solo nella prima frazione invece per Kiki Bertens - in orario sulla tabella di marcia - che parte a handicap contro Rodina ma lascia poi per strada tre game a cavallo tra la seconda e la terza frazione. In semifinale se la vedrà con Maria Sakkari. 

Qiang Wang mette fine alla marcia di Andrea Petkovic a Guangzhou. Nel più "povero" dei tre tornei settimanali, la cinese confeziona piuttosto agevolmente il 6-2 6-2 che vale un posto in finale contro Yulia Puntintseva. Per la russa naturalizzata kazaka anche quella contro Bernarda Pera è una passeggiata di salute. 

Clicca qui per visualizzare i risultati dei tornei WTA

↓ VISUALIZZA RISULTATI ↓