WTA ROMA - Halep piega Sharapova e ritrova Svitolina in finale


by   |  LETTURE 1645
WTA ROMA - Halep piega Sharapova e ritrova Svitolina in finale

Dal nostro inviato a Roma Abbronzatissime, un anno dopo. Come nel 2017, anche quest’anno saranno Simona Halep ed Elina Svitolina a contendersi il titolo degli Internazionali BNL d’Italia.

E, per quanto visto, è probabilmente la finale più giusta, sicuramente non la più bella. Solitamente i break decidono i set, mentre il primo di Halep e Sharapova viene deciso da un unico non-break.

Dei dieci giochi della prima frazione, difatti, nove sono finiti in tasca alla ribattitrice. Che sia troppo debole il servizio o troppo forte la risposta, non si riesce a decifrare. L’unica a tenere la battuta è, dunque, Sharapova nel settimo game.

Tanto basta alla siberiana, che chiude per 6-4 con un turno di risposta veemente che ha portato il break a zero. Nella seconda frazione decisamente differente lo spartito: Halep ottiene il break in apertura al termine di un game-fiume di 14 punti alla quarta chance.

Si carica, difende finalmente il servizio – ne terrà addirittura tre di fila – e va in fuga. Il calo dall’altra parte della rete di Masha è sensibile, il risultato è una passeggiata della numero uno del mondo che sigla il 6-1 con cui pareggia il conto dei set.

Nel set decisivo sembra di essere tornati alle origini. Fino al 4-4 Sharapova e Halep difendono soltanto una volta a testa la battuta con la siberiana sempre dietro fino, appunto, all’ottavo game quando completa l’aggancio e trascina Halep nella bagarre del rush finale.

Nell’habitat naturale di Maria, la spunta Halep. Ed è una notizia. La prima giocatrice del mondo è brava a difendere un vitale nono game e poi gioca un turno in ribattuto accorto, attento, senza troppi rischi.

E tanto basta a certificare l’ennesimo break – l’undicesimo della partita – quello decisivo. Dalla parte bassa arriva ancora lei. Elina Svitolina con una feroce sicurezza conferma, quantomeno, la finale che le permetterà domani di tentare il bis romano.

L’ucraina fa un sol boccone della rivelazione del torneo Anett Kontaveit, arrivata in semifinale dopo aver superato giocatrici come Venus e Wozniacki senza cedere set sul suo selciato. Nulla da fare contro Elina, sempre padrona della partita e sempre in vantaggio nel punteggio.

L’ucraina si fa riprendere sul 2-2 il break che aveva scucito in apertura e mette le mani sul set grazie a un altro break, centrato nel fatidico settimo game e difeso con due palle break annullate in quello seguente.

Dopo aver confezionato il 6-4 nel primo set, Svitolina allunga due volte nella seconda frazione: la prima nelle fasi iniziali, l’altra in chiusura col break finale a sancire un 6-4 6-3 in 74 minuti di una partita in cui non si è mai avuto la sensazione che l’estone potesse complicare alla campionessa in carica.

WTA ROMA, Semifinali: [1] S. Halep b. M. Sharapova 4-6 6-1 6-4
[4] E. Svitolina b. A. Kontaveit 6-4 6-3 .