WTA PRAGA - Giorgi centra l'obiettivo semifinale. Si ferma Paolini



by   |  LETTURE 2653

WTA PRAGA - Giorgi centra l'obiettivo semifinale. Si ferma Paolini

Non si addice al profilo di Camila Giorgi, ma è piacevolmente gradito. Per la marchigiana - già a quota 7 successi sul rosso nel 2018 - il successo ai danni di Samantha Stosur è carico di normalità. 82 minuti per sigillare sul 6-2 6-3 il punteggio e per chiudere la corsa senza mai lasciare per strada il servizio. Sfida con la rumena Buzarnescu per un posto in finale. 

Camila mantiene il modus operandi abituale, ma riesce comunque a gestire le bordate di un'avversaria estremamente simile per caratteristiche con estrema autorità. Quattro break, perfettamente distribuiti a cavallo tra le due frazioni, con il 75% di punti con la prima palla e un bottino di 26 vincenti. Le tre uniche chance di break che concede all'avversaria le cancella in maniera praticamente perfetta. 

Shuai Zhang si maschera da guastafeste e scrive la parola fine sulla favola di Jasmine Paolini a Praga con un secco 6-4 6-3. Per l'azzurra - al primo quarto di finale in carriera - il terzo ostacolo nel tabellone principale si rivela fatale: sul taccuino delle vittime rimangono comunque annotati i nomi di Schmiedlova e (soprattutto) Kasatkina. 

Più precisa, più ordinata, più cinica. Con un break in apertura e un bottino di 16/16 in battuta, la cinese fa corsa di testa e arpiona il 5-3 senza particolari difficoltà. Paolini - che accenna una timida reazione - fa in tempo a ricucire il gap di svantaggio prima di cedere per una seconda volta nel parziale. 

E il leitmotiv non cambia nella seconda frazione: l'azzurra - costretta a inseguire per una seconda volta - si ritrova praticamente nella stessa situazione. Recupera, infatti, il break di svantaggio, ma non completa l'aggancio e spedisce l'avversaria a servire per il match in quello immediatamente successivo. Alla prima opportunità utile, Zhang prende il comando delle operazioni, non trema e chiude i giochi. 

Elise Mertens ferma il cronometro dopo 86. Proprio come a Genova. E sigilla sul 6-3 6-1 il successo. Proprio come a Genova. Sara Errani non riesce a cambiare una virgola nel rematch con la tennista belga - testa di serie numero uno del tabellone - che stacca un pass per le semifinali a Rabat in maniera estremamente agevole. L'azzurra, raramente pericolosa, riesce a rendere il passivo sopportabile solo grazie a 3 break nella frazione inaugurale. Di fatto il servizio lo tiene solo in avvio di secondo set. 

Clicca qui per visualizzare i risultati dei WTA di Praga e Rabat

↓ VISUALIZZA RISULTATI ↓