WTA TORONTO - Serena fatica ma passa. Fuori Sharapova.



by   |  LETTURE 3230

WTA TORONTO - Serena fatica ma passa. Fuori Sharapova.

Toronto (Canada). La Rogers cup non fa sconti, uomini o donne che siano. E dopo Nadal, Murray e Wozniacki, oggi a lasciare a testa bassa il campo è stata Maria Sharapova: vince Galina Voskoboeva, numero 136 del mondo, 26enne kazaka (ma nativa di Mosca), col punteggio di 6-3 5-7 in 1 ora e 47 minuti.

Già nel primo set Masha serviva una seconda troppo debole, che le costava un break nel sesto gioco, decisivo per il parziale. Nel secondo la qualificata kazaka andava a servire per il set sul 5-4, veniva brekkata ma riusciva lo stesso a chiudere.

Brutta la prestazione dell'affascinante siberiana, apparsa lontana dalla condizione esibita tra maggio e giugno, e con un servizio ampiamente rivedibile. La Voskoboeva, già giustiziera ieri della nostra Flavia Pennetta, si conferma autentica sorpresa del torneo, ed ai quarti di finale se la vedrà con Vikta Azarenka.

Ottima prestazione della tedesca Andrea Petkovic, che supera ancor più nettamente di quanto non possa enfatizzare il punteggio, la ceca Petra Kvitova per 6-1,6-2. La fresca vincitrice di Wimbledon, non riesce a ricreare il giusto connubio tra potenza e precisione, che ne fanno una delle caratteristiche principali del suo tennis: per la gran parte del match odierno molti colpi si sono rivelati fuori misura ed è stato gioco facile per la tedesca, più pulita e regolare aggiudicarsi entrambi i parziali grazie a 4 break, due per set, senza concederne alcuno.

Prosegue quindi il suo buon momento e la possibilità di scalare qualche altra posizione in classifica dopo la top ten di settimana scorsa. Si conclude con la vittoria di Samantha Stosur il primo match in programma sul centrale di Toronto.

La tennista australiana ha infatti archiviato abbastanza agevolmente la pratica Na Li con il punteggio di 6-2 6-4. Ancora una volta la regina del Roland Garros dimostra di soffrire il gioco potente della Stosur, che quest'oggi l'ha sconfitta per la quarta volta su quattro precedenti (l'ultimo loro incontro a maggio, agli Internazionali di Roma): troppe le chance concesse dalla cinese sul proprio servizio in apertura di entrambi i set.

Spiragli che Sam ha sfruttato, potendo cosi incanalare il match sui binari a lei piu favorevoli, ovvero sulla propria battuta. Una sola palla break annullata, infatti, dall'australiana durante l'arco del match, grazie anche a un buon 62% di solide prime palle messe in campo.

Serena Williams ha dovuto lottare e non poco contro la veterana e coriacea Jie Zhengh. L'americana si è imposta dopo oltre 2 ore per 4-6 6-3 6-3. Bravissima la cinese, capace di rispondere con i piedi in campo alle prime di Serena.

Non tutte sono capaci di tale abilità! Comunque Serena ha dichiarato che questo tipo di match non può che farle bene in vista degli Us Open. Buone notizie dal doppio: l'inseparabile coppia formata da Flavia Pennetta e Gisela Dulko ha sconfitto il team Erakovic-Georges per 4-6 6-2 10-6.