WTA RIO DE JANEIRO - Francesca Schiavone intramontabile! L´azzurra si aggiudica il settimo titolo



by MATTEO DI GANGI

WTA RIO DE JANEIRO - Francesca Schiavone intramontabile! L´azzurra si aggiudica il settimo titolo

Francesca Schiavone d. Shelby Rogers 2-6 6-2 6-2 Otto giorni indimenticabili per il tennis italiano al femminile. Dopo i due successi Premier di San Pietroburgo e Dubai firmati Roberta Vinci e Sara Errani arriva il graffio della Leonessa, indomabile anche al cospetto delle primavere che passano inesorabili.

Ma il tempo non può macchiare questa meravigliosa campionessa, Francesca Schiavone vince il torneo WTA di Rio de Janeiro (Brasile, terra battuta) e fa sette in carriera, battendo in rimonta la statunitense Shelby Rogers.

Una partita ed un trofeo che la riportano dopo sei mesi tra le prime 100 giocatrici del mondo (da domani sarà 94). I primi quattro game sono di studio, le due giocatrici tengono i rispettivi servizi senza particolari patemi.

si portano sul 2-2. La Rogers impone il suo gioco potente ed oggi, come in tutto il torneo, è particolarmente ispirata. Sui suoi turni di servizio in pratica non si gioca e nel quinto gioco arriva il primo break dell'incontro.

La Schiavone cala le percentuali al servizio e sulla seconda è una vittima sacrificale, la statunitense tira fortissimo e la milanese non riesce a trovare un'antidoto. Se ci mettiamo anche qualche errore di troppo a rete dell'azzurra il primo set scappa via con un altro break, il secondo dell'incontro: 6-2 in mezzora di gioco, mezzora quasi impeccabile della Rogers.

Francesca sembra sull'orlo del baratro ad inizio secondo set, l'azzurra perde il servizio nel primo gioco e la Rogers si porta sul 6-2 1-0. La Schiavone però non molla e con due grandi risposte si rimette subito in carreggiata, inizia totalmente un'altra partita con l'azzurra padrona del campo e delle emozioni.

Si scuote, urla, capisce che il vento sta cambiando e con un parziale di quattro game di fila indirizza il set dalla sua parte. Con un altro break nell'ottavo gioco Francesca pareggia i conti: è parità assoluta, 2-6 6-2 si va al terzo.

L'azzurra è concentratissima, sa che l'occasione è ghiotta. Fa subito gara di testa nel terzo e decisivo set, la Rogers deve subito rincorrere ed è costretta ad annullare due palle break nel quarto gioco.

La Schiavone non si scompone, sente di avere la partita in pugno e il break arriva nel sesto gioco, la milanese sembra in trance agonistica, qualsiasi cosa che fa la trasforma in un colpo vincente. Dal canto suo la Rogers è scoraggiata e non riesce più a contrattaccare, è succube della forza della sua avversaria.

Non c'è più partita, Francesca dopo un'ora e quarantotto minuti di gioco può alzare le braccia al cielo. Tre anni dopo torna a vincere un torneo (l'ultima volta a Marrakech nel 2013) ed è il titolo numero 70 della storia italiana a livello WTA. Il 10% sono di Francesca Schiavone. Meravigliosa leonessa indomabile.

Francesca Schiavone Shelby Rogers