WTA DUBAI - Quanta fatica per Sara Errani! L´azzurra vola in semifinale dopo una maratona



by   |  LETTURE 1316

WTA DUBAI - Quanta fatica per Sara Errani! L´azzurra vola in semifinale dopo una maratona

Tennis - Tanta fatica, tanta rabbia, tanto sudore, tante energie. E' servito tutto questo alla nostra Sara Errani per battere la telentuosa Madison Brengle. Un 4-6 6-1 6-4 dalle varie sfaccettature. Un inizio sprint seguito da un black out.

Un secondo set da urlo, nuovamente il vuoto, poi la lotta. L'americana numero 60 del mondo ha ceduto quasi per K.O. tecnico, dopo due ore e 20 minuti di gioco vissute in apnea, con scambi fatti in media da 16-18 colpi.

Pronti via e la numero 3 d'Italia inizia a macinare gioco grazie a delle ottime trame da fondo.

La Brengle, sotto 4-1 pesante, si scuote. Sara subisce un primo controbreak che le scompagina il piano di gioco e soprattutto mina le certezze mentali dell'emiliana. Di colpo il set cambia, con la statunitense padrona del campo e l'azzurra che incappa in una serie di errori banali.



Nel secondo parziale Sara riesce a vincere i primi due combattutissimi game. Trovarsi sul 2-0 riporta una considerevole dote di fiducia alla Errani, che torna a giocare come in avvio di match. Inoltre, sortite a rete e variazioni come il drop-shot iniziano a sfiancare la sua avversaria.

Il 6-1 è così servito. Sara spinge l'incontro al terzo e decisivo parziale.

Madison vince il primo gioco rimontando da 40-0. Il nervosismo torna a far capolino. Sarita sbaglia, impreca, subisce alcuni nastri killer della Brengle, che game dopo game si porta in vantaggio per 4-1 con due break di margine.

Da questo momento il match vira ancora una volta in direzione Errani. La numero 21 del ranking WTA ci crede, nonostante il gap. Sara lotta, recupera ogni palla, e quando ha la possibilità attacca. Brengle cerca di accorciare sempre più gli scambi, essendo palesemente in debito d'ossigeno.

Sotto 4-3 la Errani si salva, brekkando l'avversaria alla quinta palla break utile dopo essere stata sotto per 40-0. Con il nono game l'azzurra passa in vantaggio, e nel gioco successivo chiude i conti grazie ad un doppio fallo della statunitense.



Di cuore e di grinta Sara Errani raggiunge le semifinali in quel di Dubai. Si rivela dunque ottima la scelta dell'azzurra, che nella passata edizione di questi tempi era impegnanta in Brasile, dove vinceva il WTA di Rio de Janeiro.

Attende ora l'ucraina Elina Svitolina, la neo allieva di Justine Henin ha sconfitto la statunitense Coco Vandeweghe con il punteggio di 6-4 1-6 6-2.

In apertura di giornata ottima vittoria per Caroline Garcia. La francese ha impressionato contro Andrea Petkovic.

6-3 6-4 il punteggio che proietta la transalpina al penultimo atto del torneo. Debordante il suo dritto, che ha messo in crisi la povera tedesca. In semifinale la francese se la vedrà con la ceca Barbora Strycova che a sorpresa ha sconfitto Ana Ivanovic per 7-6(5) 6-3.

E' l'undicesima semifinale della ceca, la prima da Anversa 2015. WTA Dubai, quarti di finale:
Barbora Strycova (Czech Republic) beat Ana Ivanovic (Serbia) 7-6(5) 6-3
Elina Svitolina (Ukraine) beat CoCo Vandeweghe (U.S.) 6-4 1-6 6-2
Sara Errani (Italy) beat Madison Brengle (U.S.) 4-6 6-1 6-4
Caroline Garcia (France) beat Andrea Petkovic (Germany) 6-3 6-4 WTA Rio de Janeiro, secondo turno:
Petra Martic (Croatia) beat Marina Erakovic (New Zealand) 7-6(2) 5-7 6-2
6-Lara Arruabarrena Vecino (Spain) beat Ana Bogdan (Romania) 7-5 5-7 6-3
Paula Goncalves (Brazil) beat 2-Johanna Larsson (Sweden) 6-4 6-4
3-Danka Kovinic (Montenegro) beat Silvia Soler Espinosa (Spain) 6-2 6-3