Ecco perchè le donne sono in grado di servire più veloce che mai



by   |  LETTURE 4162

Ecco perchè le donne sono in grado di servire più veloce che mai

Quando quest’estate durante il torneo Bank of the West Classic di Stanford, California, Sabine Lisicki ha superato il record del servizio più veloce del circuito WTA, le opinioni degli addetti ai lavori si sono prontamente divise in due correnti di pensiero, rispetto a quale fosse stato l’aspetto realmente più sorprendente dell’evento.

Che la Lisicky, soprannominata “Boom Boom” (non a caso), avesse raggiunto con quel servizio a 210,8 km/h (131 mph) lo stesso livello dei servizi dei super big (uomini) Roger Federer e Rafael Nadal? O che la sua avversaria Ana Ivanovic fosse comunque riuscita a rispondere a quel servizio bomba con un diritto “pulito” (seppur fuori di poco)? "Era ora che qualcuno lo superasse" sosteneva Venus Williams, dal 2007 detentrice del precedente record di 207,6 km/h “è un buon segno.

" Il significativo potenziamento del servizio nel gioco delle donne è stato un argomento particolarmente interessante e dibattuto durante gli ultimi US Open di quest’anno, in particolare per il fatto che le velocità sono costantemente cresciute, sempre di più, fino a raggiungere livelli impensabili e precedentemente ritenuti “supersonici” anche per gli uomini.

Proprio la vincitrice degli US Open 2014, la numero 1 al mondo Serena Williams, arrivata così a conquistare ben 18 Grand Slam in carriera (record che le permette di eguagliare due grandissime signore del tennis, Chris Evert e Martina Navratilova), ha sempre fatto del servizio una parte fondamentale del suo gioco.
Il servizio di Serena è di fatti generalmente considerato il migliore che si sia mai visto (e quello di sua sorella Venus non è da meno).

La Lisicki, tedesca di 24 anni, che ha sconfitto Serena a Wimbledon lo scorso anno proprio mentre l’americana stava attraversando una delle migliori stagioni della sua carriera (ha concluso il 2013 con 11 titoli), è tra le poche giocatrici che possono generalmente competere con la potenza delle Williams.

Ma il numero di giocatrici con queste caratteristiche è in costante crescita. Secondo una classifica stilata dalla WTA, i 10 servizi più veloci di tutti i tempi sono stati effettuati negli ultimi sette anni, il che solleva alcuni naturali interrogativi.

Perché proprio ora? Ci sono legami con il gioco?
Proprio su quest’ultimo aspetto è importante sottolineare, come ha fatto Venus subito dopo il record della Lisicki, che c'è una grande differenza tra un giocatore dal servizio potente ed uno che sa tenere bene il servizio.

Quest'ultimo tipo di giocatore – in grado di variare continuamente il proprio servizio cambiando il ritmo, gli angoli, le rotazioni e con un’alta percentuale di prime palle – può essere altrettanto efficace, o addirittura risultare più vincente di un giocatore che è semplicemente in grado di servire un paio di km/h più forte.
Quest’ultima osservazione trova pronto riscontro comparando la classifica delle Top 10 con le prime 10 giocatrici col servizio più veloce: solo Serena Williams e Ana Ivanovic compaiono in entrambe le classifiche.

Così come sostiene la 34-enne Venus "Sul campo non provo a servire sempre forte. Certo ci provo, ma quando voglio davvero un punto, servo poco sopra i 175 km/h e penso a piazzarla bene. È faticoso servire, quindi se si possono risparmiare 15/20 km/h e indirizzarla bene, è decisamente più intelligente. "