L'ex numero 1 Yevgeny Kafelnikov attacca Wimbledon: il duro messaggio agli agronomi

Tweet tranciante dell'ex giocatore russo: "Abbiamo bisogno di rivedere i giocatori fare servizio e volée"

by Andrea Tebaldi
SHARE
L'ex numero 1 Yevgeny Kafelnikov attacca Wimbledon: il duro messaggio agli agronomi
© Omar Rawlings-Getty Images for International Tennis Hall of Fame

Il tennista russo Yevgeny Kafelnikov, ex numero 1 del mondo e vincitore di due tornei del Grande Slam in singolare nella sua carriera attacca duramente il torneo di Wimbledon. Ed è una polemica che ricorre da quando c'è stata la modifica ai campi in erba in cui si gioca il torneo londinese con un rallentamento della superficie.

Kafelnikov che ha vinto il Roland Garros 1996 e l'Australian Open 1999 mentre a Wimbledon non ha mai particolarmente brillato avendo come miglior risultato solamente i quarti di finale ottenuti nel 1995, ha scritto a due settimane dall'inizio del torneo un tweet che ha creato ampio dibattito.

Ironicamente rivolto agli agronomi del terzo Slam stagionale - al via quest'anno lunedì 1 luglio con la finale che sarà giocata domenica 14 luglio - ma di fatto diretto a chi prende le decisioni legate a come preparare i campi in erba del torneo più prestigioso del mondo.

Il tweet di Kafelnikov: "E' tempo di rivedere il servizio e volée a Wimbledon"

L'erba di un tempo a Wimbledon era decisamente diversa da quella attuale più lenta e che consente lunghi scambi che una volta erano meno frequenti.

Il serve and volley da parte dei giocatori è sempre meno utilizzato. E da questo fatto muove il tweet dell'ex numero 1 del mondo. Kafelnikov desidererebbe il ritorno ad una superficie più veloce dove sia incoraggiato il gioco offensivo.

Ecco il suo tweet originale:

Ovvero: "Quando gli agronomi di Wimbledon riporteranno i campi come erano prima? E' giunto il momento perché noi abbiamo bisogno di vedere di nuovo i giocatori fare serve and volley!”

Wimbledon
SHARE