Wimbledon - Kyrgios 'assaggia' la normalità e ritorna ai quarti. Battuto Nakashima



by   |  LETTURE 1606

Wimbledon - Kyrgios 'assaggia' la normalità e ritorna ai quarti. Battuto Nakashima

Più pacato, più concentrato, negli standard dello stravagante Mondo-Kyrgios quasi normale. Un ossimoro, dato anche il precedente conTsitsipas. Il tennista australiano, condizionato da un problema alla spalla destra, paga due game-horror nei set pari, ma ritrova la concentrazione nel momento del bisogno.

Con una prestazione attenta e da 34 ace batte Brandon Nakashima con un rocciosissimo 4-6 6-4 7-6(2) 3-6 6-2 e rimane quasi imbattibile al quinto, dove ha vinto di fatto dieci delle tredici partite disputate. Dopo otto anni, il talento australiano raggiunge di nuovo il tavolo dei primi otto ai Championships e si piazza nella stramba parte di tabellone di Christian Garin.

Kyrgios: normalità è anche bellezza: Garin ai quarti

Primo set povero di sussulti, se non altro fino al decimo game. Kyrgios, fino a quel momento impeccabile con la battuta a disposizione, non riesce a gestire tre risposte profonde e si ritrova di colpo sullo 0-40.

Il tennista australiano cancella la prima palla break del match con un ace, ma perde completamente il controllo del rovescio in fase di impostazione nel quindici immediatamente successivo. Nakashima, chiamato a tenere la testa della corsa, inizia ad avvertire la pressione nelle fasi iniziali del secondo set.

Dopo un primo turno di battuta piuttosto complicato, sporca infatti il taccuino con due errori non forzati e due doppi falli. Kyrgios incassa il break, sale sul 2-1 e inizia a lamentare un problema alla spalla destra. Dopo un primo consulto con il medico, e qualche pastiglia, il talento australiano con un body-language decisamente negativo rientra in campo per completare il compito secondo set.

Detto, fatto: nonostante le difficoltà generali lascia per strada solamente quattro punti nei quattro successivi game di battuta e ricompatta il punteggio. Nakashima, giocatore senza punti deboli e parallelamente senza colpi killer, sfrutta comunque i problemi sulla diagonale sinistra dell'australiano e tenta ovviamente di allungare il numero degli scambi prolungati.

Il problema alla spalla, che non sembra incidere sulla resa del servizio, evidenzia delle problematiche sulla diagonale sinistra. Kyrgios, che tra un cambio di campo e l'altro chiede quasi costantemente la presenza del fisioterapista in campo.

Punto fermo il tie break, che Nakashima sporca con un doppio fallo sul 2-1 Australia. Kyrgios, che lascia poi andare il braccio, vince quattro dei successivi cinque punti e mette la testa avanti. Il tennista australiano perde un po' il feeling con la palla e subisce il ritorno di Nakashima senza opporre in realtà una vera e propria resistenza.

Anzi. Lascia per strada il servizio nel settimo game e in maniera perfettamente legittima - sempre per il mondo Kyrgios - butta anche il turno di battuta sul 3-5. Con un bottino di 9 vittorie e 2 sconfitte come biglietto da visita al quinto set, Kyrgios ritrova qualità da fondocampo, attenzione negli scambi prolungati e soprattutto voglia.

Scavallato il complicato ostacolo 0-30 nel game inaugurale, il tennista australiano dilaga ed evidenzia tutti i limiti del tennis di Nakashima, costretto a giocare una partita completamente fuori dalla comfort-zone. Il 6-2 risulta alla fine abbastanza esemplificativo.

Avrebbe dovuto giocare il primo turno con Matteo Berrettini e adesso è ai quarti. Continua la favola di Christian Garin sui prati dei Championships: dopo Brooksby, il cileno impiega quasi cinque ore di gioco per abbattere la resistenza di Alex de Minaur, che dilapida un vantaggio di due set e che spreca anche due match point nel decimo game del quinto set. Per il cileno sarà ovviamente il primo quarto di finale in uno Slam. Photo Credit: Getty Images