Wimbledon - Djokovic quanto basta: super sfida ai quarti con Sinner



by   |  LETTURE 2600

Wimbledon - Djokovic quanto basta: super sfida ai quarti con Sinner

Dopo la 'storica' sfida tra Jannik Sinner e Carlos Alcaraz, il Centre Court di Wimbledon ritorna alla normalità con Novak Djokovic. Una partita più lunga del previsto per il campionissimo serbo, che paga sostanzialmente un passaggio a vuoto nel terzo set con la battuta a disposizione.

Non sfigura Tim Van Rijthoven, vera e propria rivelazione della stagione, che la chance a disposizione la sfrutta senza troppi indugi. Il cinque volte campione del torneo, che nel mezzo gestisce il tutto in maniera piuttosto ordinata, chiude comunque sul 6-2 4-6 6-1 6-2 e raggiunge ai quarti Sinner.

Per il talento azzurro sarà la prima volta tra i primi otto, per il serbo la tredicesima.

Quattro set, nessun problema: Djokovic ai quarti con Sinner

Insomma: un buco nel cuore del secondo set costa a Djokovic una serata più lunga sul Centre Court di Wimbledon.

Il campionissimo serbo, che piazza la zampata vincente in avvio e che nonostante qualche errorino di troppo sulla diagonale destra gestisce in maniera perfetta la questione da fondocampo, paga un 'cattivo' game proprio nella parte centrale del secondo e non trova il modo per rientrare in carreggiata.

Anche se sul 4-5 dilapida quattro palle break per rientrare. Van Rijthoven, ovviamente vincolato dalla resa della prima di servizio, senza più troppe energie nel serbatoio lascia la strada spalancata a Djokovic, che sale di rendimento e lascia per strada un solo game nel terzo set.

Medesima la situazione nel quarto, con Djokovic in totale gestione e il tennista olandese che si appella al servizio per rendere il passivo accettabile. Nella parte più 'vuota' di tabellone un posto in semifinale se lo giocheranno David Goffin e Cameron Norrie.

Il belga vince la partita più lunga del torneo contro Frances Tiafoe, tutto più facile per il britannico che si sbarazza parallelamente di Tommy Paul in tre set. Simona Halep rimane l'unica campionessa Slam presente nel tabellone femminile dei Championships.

Niente da fare per Jelena Ostapenko, che dilapida un set e un break di vantaggio in una partita che sostanzialmente domina per una novantina di minuti con Tatjana Maria. Continua la favola Niemerer, passa anche Ons Jabeur.