Wimbledon - Djokovic agli ottavi: passeggiata di salute con Kecmanovic



by   |  LETTURE 1205

Wimbledon - Djokovic agli ottavi: passeggiata di salute con Kecmanovic

Ai piedi della seconda settimana dei Championships, Novak Djokovic decide di mettere le cose in chiaro. Dopo una prestazione 'così-così' con Kwon, capace di forzare la questione al quarto set, il campionissimo serbo strapazzia sia Thanasi Kokkinakis che Miomir Kecmanovic.

Con un bottino di 33-4 da proteggere contro la Serbia, il sei volte campione del torneo gioca una partita a tratti perfetta. Serve bene, si muove bene, sbaglia pochissimo e costringe soprattutto l'avversario a colpire raramente la palla in maniera pulita.

Inutile anche citare che Kecmanovic nel corso dei primi due set non offre palle break solamente in un caso. Insomma: il 6-0 6-3 che matura dopo poco più di sessanta minuti di gioco esemplifica il tutto. Le dinamiche non cambiano ovviamente nel terzo set, con Nole che mantiene standard incredibilmente alti in risposta e Kecmanovic che fatica a trovare delle alternative valide, a rimanere agganciato al punteggio o quanto meno a rendere la vita difficile al connazionale.

Djokovic, che assesta la spallata decisiva in avvio e che flirta più volte con il secondo break, non apporta particolari modifiche al copione e sigilla ovviamente il successo sul 6-0 6-3 6-4. Ad attenderlo agli ottavi di finale il sorprendenteTim van Rijthoven.

Freschissimo campione del '250' di s-Hertogenbosch, reduce soprattutto dai successi ai danni di Delbonis e sostanzialmente a quota otto successi consecutivi sui prati.

Gli altri risultati: Tiafoe ok

Nello spicchio di tabellone delle sorprese, continua a vincere Frances Tiafoe: batutto in quattro set, in una partita a tratti folle, il kazako Alexandr Bublik.

Continuano a vincere anche Tommy Paul e Jack Sock. Non trova una conclusione neanche la favola di Jason Kubler, reduce dal setaccio delle qualificazioni, che si libera senza particolari difficoltà di Dennis Novak e che si contenderà un posto ai quarti di finale a Wimbleon proprio con Sock.

In una giornata piuttosto 'povera' in campo femminile durano un set i problemi di Jelana Ostapenko, che dopo il 6-3 iniziale contro Irina Begu lascia per strada appena due game a cavallo tra il secondo e il terzo.

Cade una ex campionesssa del torneo - Angelique Kerber - battuta in due set da Elise Mertens. Nella lista delle sorprese il passo falso di Maria Sakkari, che lascia strada Tatjana Maria.