Wimbledon - Sinner non brilla ma supera anche lo scoglio 2° turno: battuto Ymer



by   |  LETTURE 2111

Wimbledon - Sinner non brilla ma supera anche lo scoglio 2° turno: battuto Ymer


Doveva vincere e lo ha fatto. Nonostante un buco nel cuore del terzo set, Sinner riesce a risolvere la pratica Mikael Ymer e a superare per la prima volta in carriera il taglio del secondo turno a WImbleon. O meglio: prima dei Championships il talento altoatesino non aveva mai nemmeno vinto una partita sui prati.

Sinner, che non brilla per quantità e qualità contro un avversario tendenzialmente povero di grossi colpi, chiude sul 6-4 6-3 5-7 6-2 e si piazza nello spicchio di tabellone occupato da Murray e Isner. Sinner si accontenta di giocare una partita perfettamente normale.

Più dedita allo 'sbaglia-tu' che al 'faccio-io' quanto meno nella prima frazione. Il talento azzurro, tanto falloso con il dritto e poco incisivo sulla diagonale sinistra, recupera dallo 0-30 sul 3-3 - causa due scelte tattiche piuttosto discutibili in fase di impostazione - e dal 15-30 nel turno di battuta immediatamente successivo.

Pur senza ricorrere agli straordinari, condensa qualche attenzione in più sul 5-4. Si affaccia sul 15-40, si lascia trasportare in ambo i casi dalla fretta (prima in risposta e poi sul lato più debole e i piedi fuori dal campo) ma alla terza opportunità utile taglia il campo in maniera decisa con il terzo colpo e forza al gratuito Ymer.

Sinner prende più iniziative nelle fasi iniziali del secondo set. Manco a dirlo, nel quarto game, entra prepotentemente con il dritto in due occasioni e costruisce in maniera perfetta lo 0-30 e costringe Ymer a uscire dalla comfort-zone.

Sia sul 15-30 che sul 15-40, costretto a rintuzzare colpi decisamente più pesanti e decisamente più profondi, perde in entrambi i casi il rovescio e regala il break a Sinner. Propositivo poi nel game che gi regala il 4-1.

Il resto si rivela del tutto circostanziale. Nonostante un break in avvio di terzo - e un vantaggio di 4-2 da custodire - il tennista azzurro spegne completamente la luce e non trova armi sufficientemente valide neanche per agganciare il jeu decisif.

Poco male. Sinner, che ripristina immediatamente le gerarchie e che applica un piano tattico decisamente più aggressivo e convincente, lascia per strada solamente due game nel quarto e per la prima volta in carriera si spinge fino al terzo turno ai Championships. Photo Credit: Getty Images