Wimbledon, cosa succede coi punti del 2021? Novak Djokovic e Berrettini alla finestra



by   |  LETTURE 4019

Wimbledon, cosa succede coi punti del 2021? Novak Djokovic e Berrettini alla finestra

Una decisione mai presa prima dall'Atp tour verso un torneo, che ha inevitabilmente alzato un polverone che non si calmerà così in fretta. La prossima edizione di Wimbledon, terza competizione del Grande Slam su erba, non assegnerà punti per il ranking.

Un muro contro muro contro gli organizzatori dell'appuntamento prestigioso britannico: la scelta di vietare la partecipazione dei tennisti russi e bielorussi ha indotto l'associazione di rappresentanza di tutti i giocatori professionisti del tennis maschile di tutto il mondo a fare una scelta molto coraggiosa, che farà certamente discutere prima, durante e anche dopo la manifestazione, in programma da lunedì 27 giugno a domenica 10 luglio.

La vicenda è diventata sempre più complicata e creerà naturalmente delle situazioni vantaggiose per alcuni atleti e non favorevoli per altri, come inevitabile che sia quando sono attuati dei provvedimenti che non fanno svolgere la competizione 'tradizionalmente'

L'Atp ha anche ufficializzato che i punti in scadenza raccolti dagli atleti nel 2021 saranno comunque persi quando si avvicinerà il momento del torneo. Un aspetto che penalizza tanti, specialmente chi ha ottenuto un bellissimo risultato nella scorsa edizione.

La situazione

Chi rischia un colpo basso e di vedersi scalare in modo importante il proprio bottino di punti? Decisamente, prima di tutto, i due finalisti: se la vicenda non subirà aggiornamenti dal punto di vista delle decisioni finora confermate dall'Atp, Novak Djokovic dovrà salutare ben 2000 punti degli 8660 attualmente a disposizione.

In questo modo si potrebbero riaprire tutti gli scenari per l'ambito numero uno della classifica mondiale, visto che sia il russo Daniil Medvedev che il tedesco Alexander Zverev si sono fermati agli ottavi di finale lo scorso anno.

Complicata anche la questione relativa all'azzurro Matteo Berrettini, che causa infortunio ha saltato praticamente tutta la stagione su terra rossa, preferendo concentrarsi sul recupero totale dall'infortunio alla mano e sulle competizioni su erba, nelle quali avrà tanti punti da difendere (i 500 del Queen's, questi da poter recuperare).

Il 26enne romano vedrà scalarsi il proprio score di 1200 fra qualche settimana, una vera beffa che gli costerà con ogni probabilità la top 10 in graduatoria. Gli altri due giocatori particolarmente penalizzati saranno Shapovalov e Hurkacz, dato che entrambi avevano raggiunto le semifinali.

Fortunati in questo senso Carlos Alcaraz, Jannik Sinner e Stefanos Tsitsipas: il greco e l'italiano non avevano superato neppure il primo turno; una sola partita vinta invece dallo spagnolo.