Wimbledon - L'ATP rinvia la decisione sulle sanzioni da varare contro il torneo



by   |  LETTURE 1808

Wimbledon - L'ATP rinvia la decisione sulle sanzioni da varare contro il torneo

Lo scorso 27 aprile, in una conferenza stampa speciale, il presidente il presidente dell’All England Club Ian Hewitt ha elencato i principali motivi che hanno spinto la direzione del torneo di Wimbledon ad escludere i tennisti russi e bielorussi dallo Slam londinese.

“Ora vorrei affrontare la questione che è al centro della nostra attenzione, ovvero la volontà di negare la partecipazione a Wimbledon agli atleti russi e bielorussi. Dopo una lunga e attenta considerazione, siamo giunti a due conclusioni su cui si basano le nostre decisioni.

Anche se accettassimo la partecipazione di russi e bielorussi con dichiarazioni scritte, rischieremmo che una loro vincente partecipazione venga usata come propaganda dal regimo russo. Cosa che non potremmo accettare. Inoltre dobbiamo garantire che ogni nostra azione non metta i giocatori o le loro famiglie a rischio” .

La decisione presa dagli organizzatori di Wimbledon non è stata accolta di buon grado dai dirigenti dell’ATP, che dopo aver ricevuto la notizia hanno pubblicato un duro comunicato. “Condanniamo fermamente la riprovevole invasione dell’Ucraina da parte della Russia e siamo solidali con i milioni di persone innocenti colpite dalla guerra in corso.

Riteniamo che la decisione unilaterale odierna di Wimbledon e della LTA di escludere i giocatori di Russia e Bielorussia dal torneo britannico sull’erba di quest’anno sia ingiusta e abbia il potenziale per creare un precedente dannoso per il gioco” .

L'ATP rinvia la decisione sulle sanzioni contro Wimbledon

Nelle ultime settimane, si è parlato di alcune sanzioni che l’Association of Tennis Professionals potrebbe varare per “punire” Wimbledon.

Da una pesante multa alla perdita di punti: sono numerose le ipotesi che i vertici del tennis starebbero valutando in queste ore. L’ATP si è nuovamente esposta sulla questione e ha annunciato che i tornei del circuito maggiore che si disputeranno prima di Wimbledon distribuiranno regolarmente punti durante la stagione sull’erba.

“Dopo approfondite consultazioni con il Player Council e il Tournament Council, il Board dell’ATP conferma che questa stagione gli eventi ATP del Queen’s e di Eastbourne procederanno regolarmente e metteranno a disposizione punti ATP.

La decisione di bandire i tennisti russi e bielorussi resta comunque contraria alle regole dell’ATP e lede il diritto dei giocatori di qualsiasi nazionalità di scendere in campo in base ai meriti. Le sensazioni relative alla violazione delle regole dell’ATP da parte della LTA saranno valutate separatamente nell'ambito della governance dell'ATP.

La risposta dell'ATP alla decisione di Wimbledon è ancora in fase di revisione. Ci saranno ulteriori comunicazioni a tempo debito” .