Roma come Wimbledon? Il governo italiano pronto ad escludere russi e bielorussi



by ANTONIO FRAPPOLA

Roma come Wimbledon? Il governo italiano pronto ad escludere russi e bielorussi

Gli organizzatori del torneo di Wimbledon, attraverso un lungo comunicato, hanno annunciato che i tennisti russi e bielorussi non potranno scendere in campo in uno degli eventi più prestigiosi e seguiti del mondo del tennis.

“Abbiamo anche preso in considerazione le linee guida stabilite dal governo del Regno Unito specificamente in relazione a organismi ed eventi sportivi. Dato il profilo nel Regno Unito e nel mondo, è nostra responsabilità svolgere la nostra parte negli sforzi diffusi del governo, dell'industria, delle istituzioni sportive e creative per limitare l'influenza globale della Russia con i mezzi più forti possibili.

Nelle circostanze di tale aggressione militare ingiustificata e senza precedenti, sarebbe inaccettabile per il regime russo trarre vantaggio dal coinvolgimento di giocatori russi o bielorussi nel torneo. È quindi nostra intenzione, con profondo rammarico, rifiutare le iscrizioni di giocatori russi e bielorussi al torneo 2022" .

Roma come Wimbledon? Le intenzioni del Governo italiano

Se l’ATP e la WTA si sono schierati contro la scelta presa da Wimbledon, ci sono alcuni tornei che starebbero pensando di applicare lo stesso provvedimento nei confronti degli atleti russi e bielorussi.

Secondo l’indiscrezione lanciata da Il Corriere della Sera, anche gli Internazionali BNL d’Italia vorrebbero lanciare un importante messaggio e utilizzare il pugno duro. Stando a quanto scritto dal famoso quotidiano italiano, il Presidente del Consiglio Mario Draghi avrebbe intenzione di bandire russi e bielorussi dal Foro Italico, che sarà colorato di giallo e di azzurro per dimostrare la vicinanza del popolo italiano all’Ucraina.

Il premier Draghi potrebbe quindi dare vita a un nuovo conflitto di interessi. L’ATP, come ribadito in precedenza, ha preso posizione contro Wimbledon, torneo organizzato dall’ITF. L’International Tennis Federation, a differenza dell’ATP, ha subito seguito alle lettere le indicazioni del CIO e ha già escluso Russia e Bielorussia dalla Coppa Davis e dalla Billie Jean King Cup.

La sostanziale differenza riguarda proprio le Federazioni interessate: Wimbledon è organizzato da privati, mentre il Masters 1000 di Roma dalle Associazioni dei giocatori. Solo nei prossimi giorni si scopriranno le reali intenzioni del governo italiano.

Wimbledon