Wimbledon - Barty realizza il suo sogno e vince il secondo titolo Slam



by   |  LETTURE 1840

Wimbledon - Barty realizza il suo sogno e vince il secondo titolo Slam

La carriera di ogni atleta è segnata da momenti capaci di cambiare la storia, di strappare un sorriso o una lacrima e di restituire parte dell’infinito numero di sacrifici che caratterizzano la vita di un professionista.

A poco più di un mese dall’infortunio che l’ha costretta a ritirarsi dal secondo turno del Roland Garros, Ashleigh Barty ha coronato uno dei suoi più grandi sogni e ha sollevato al cielo il trofeo di Wimbledon; il torneo più prestigioso della storia del tennis.

La campionessa australiana, grazie al 6-3, ( 4) 6-7, 6-3 rifilato a Karolina Pliskova, ha conquistato il secondo titolo Slam della sua carriera ed è diventata l’undicesima giocatrice ancora in attività a vincere più di un Major.

Barty batte Pliskova in tre set e vince il torneo di Wimbledon

L’ultima finale senza una delle sorelle Williams a Wimbledon si era giocata nel 2014 ed aveva visto Petra Kvitova dominare una timida Eugenie Bouchard.

Nel caso della Pliskova si trattava della seconda finale Slam, non della prima come capitato alla canadese, ma l’impatto con la partita ha sortito gli stessi effetti. La ceca ha infatti perso i primi 12 punti della partita e consegnato il break alla Barty nel secondo game subendo un delizioso rovescio vincente leggermente deviato dal nastro.

Sotto 0-3, Pliskova non ha dato segnali di ripresa nemmeno nel quarto game, perché ha ceduto nuovamente il servizio commettendo un doloroso doppio fallo. È stata la Barty a dare la possibilità alla Pliskova di tornare parzialmente nel match e alzare la testa, ma il break a zero non ha compromesso il suo ottimo inizio e non le ha impedito di chiudere agevolmente sul 6-3.

Nella seconda frazione di gioco, Pliskova ha risolto senza patemi il game inaugurale al servizio e lanciato uno sguardo feroce al suo angolo. Barty non si è lasciata intimidire, almeno inizialmente, dalla nuova prospettiva e ha prima tenuto comodamente il servizio e poi brekkato a zero la sua avversaria, che ha spedito un comodo dritto sotto rete sulla palla break.

L’australiana ha però tremato quando è arrivato il momento di spegnere definitivamente la rivale e ha disputato il peggior game del suo match sul 3-2, quando ha perso il servizio a causa di un dritto terminato sotto rete.

Dopo una serie di game interlocutori è stata ancora una volta la Pliskova a uscire dall’incontro. Sul 5-5, la ceca si è fatta rimontare dal 40-0 e ha perso completamente il controllo dei suoi colpi. A un passo dal traguardo, Barty ha staccato la spina e, dopo aver gettato alle ortiche la possibilità di mettere la parola fine alla sfida, ha disputato un pessimo tie-break.

Nell’ultimo e decisivo set, Barty ha ritrovato il feeling con il suo tennis e ha fatto suoi i primi tre game, complice anche una orribile volèe della Pliskova sulla palla break concessa nel secondo gioco. L'australiana, questa volta, non ha avuto cali di tensione e ha amministrato con coraggio e attenzione il suo vantaggio.

L'unico momento di tensione è arrivato sul 5-3, ma Barty ha annullato con efficacia una pericolosa palla break.