Wimbledon - L'erba di Londra si tinge d'azzurro: Berrettini e Sonego agli ottavi



by   |  LETTURE 2274

Wimbledon - L'erba di Londra si tinge d'azzurro: Berrettini e Sonego agli ottavi

Matteo Berrettini e Lorenzo Sonego non hanno tremato e hanno conquistato meritatamente la seconda settimana dei Championship. È la terza volta nella storia che l’Italia porta due giocatori agli ottavi di finale di Wimbledon nella stessa edizione; era successo solo nel 1949 con Giovanni Cucelli e Rolando del Bello e nel 1955 con Nicola Pietrangeli e Giuseppe Merlo.

Per Berrettini è arrivata la vittoria numero 100 nel Tour ATP, l’ottava consecutiva sull’erba. Il romano ha sconfitto con il punteggio di 6-4, 6-4, 6-4 Aljaz Bedene. Nel primo set, sntrambi hanno mostrato un ottimo rendimento al servizio fino al 3-3, quando Berrettini non è riuscito a incidere in risposta sulle tre palle break concessegli dall’avversario.

L’azzurro ha però iniziato a utilizzare con più efficacia lo slice sul dritto di Bedene, che nel nono game ha completamente perso la misura del campo con questo colpo e il servizio. Nel gioco successivo, Berrettini è stato impeccabile e ha chiuso il set senza patemi.

Berrettini e Sonego volano agli ottavi di finale

Nella seconda frazione di gioco, invece, è stato lo sloveno a procurarsi le prime opportunità in risposta, ma Berrettini ha rispedito il messaggio al mittente con un servizio vincente e un ace.

Probabilmente scosso dalla grande chance non sfruttata, Bedene ha ceduto la battuta nel terzo game colpendo uno slice largo di diversi centimetri. Berrettini ha amministrato il vantaggio con attenzione e intelligenza, e anche in questo caso gli è bastato un break per conquistare il set.

Nell’ultima fase di gioco, il numero nove del mondo non ha perso tempo: ha prima piegato Bedene in risposta nel game inaugurale e poi confermato il vantaggio con una serie di servizi vincenti. Accede per la prima volta agli ottavi di finale ai Championship Sonego.

Il piemontese ha disputato sicuramente una delle sue migliori partite sui prati dell’All England Club e ha liquidato James Duckworth con un sonoro 6-3, 6-4, 6-4 . Nei primi due set, l’italiano ha servito in maniera perfetta e ha brekkato il suo rivale quando più contava: sul 3-2 nel primo sfruttando il rovescio terminato sotto rete di Duckworth; sul 4-4 nel secondo complice anche una volèe calibrata malissimo dall’australiano.

Nel terzo parziale, Sonego ha dovuto fare i conti con l’offensiva di Duckworth, ma ha annullato la palla break concessa nel quarto game con il migliore colpo della giornata: un millimetrico lob che ha stregato tutti.

Sul 3-3, l’azzurro ha alzato il ritmo in risposta e si è preso letteralmente il break a rete con coraggio e aggressività. Sonego non si è lasciato intimidire dai due match point sprecati nel nono game e ha tenuto il servizio nel game che ha posto la parola fine alla disputa.