Wimbledon - Nessun problema per Federer: battuto Gasquet in tre set



by   |  LETTURE 3098

Wimbledon - Nessun problema per Federer: battuto Gasquet in tre set

Roger Federer e Richard Gasquet si erano affrontati già 20 volte prima di questa sera, e non è un caso se il francese è riuscito a vincere solo due sfide: entrambe sulla terra battuta. Lo svizzero ha sempre messo in difficoltà Gasquet grazie all’imprevedibilità del suo tennis e al secondo turno di Wimbledon, nonostante un primo set molto lottato, non ha potuto fare altro che utilizzare il suo repertorio e siglare la diciottesima vittoria di fila contro un tennista francese, la diciannovesima ai danni di Gasquet.

Nel primo set, entrambi hanno avuto le proprie occasioni in risposta nei primi minuti, ma il rovescio li ha traditi sul più bello e nessuno ha sfruttato il momento positivo. Dopo una serie di game interlocutori, è stato il tie-break a cambiare il set, e probabilmente la partita.

Federer è stato impeccabile e ha lasciato un solo punto all’avversario.

Federer batte Gasquet. Bene Medvedev

Nel secondo parziale, lo svizzero ha preso subito il largo annullando una pericolosa palla break con il servizio nel game inaugurale e recuperando il 40-0 di svantaggio in quello successivo.

Il francese non ha più creato pericoli a Federer e ha aggiornato il suo score solo una volta. Nella terza frazione di gioco, Federer non ha concesso nessuna occasione al servizio e ha ottenuto il break decisivo nel settimo game, quando Gasquet ha giocato un pessimo drop e alzato bandiera bianca.

L'incontro è terminato con il punteggio di 7-6( 1) , 6-1, 6-4. Nessun problema per Daniil Medvedev contro il giovane talento spagnolo Carlos Alcaraz. Il russo ha faticato solo nel primo set, quando ha perso il break di vantaggio nel nono game ma chiuso comunque nel gioco successivo giocando benissimo con il rovescio.

Nel secondo e nel terzo parziale, Alcaraz non è più riuscito a sorprendere Medvedev in nessun modo e ha raccolto in totale tre game. Il netto 6-4, 6-1, 6-2 maturato quest’oggi ha permesso al numero due del mondo di accedere al terzo turno di Wimbledon per la terza volta in carriera; il russo non si è mai spinto oltre questa soglia.