Wimbledon, le misure restrittive che i tennisti dovranno rispettare per giocare



by   |  LETTURE 2589

Wimbledon, le misure restrittive che i tennisti dovranno rispettare per giocare

La scorsa stagione, a causa della pandemia da Covid-19, uno degli appuntamenti più attesi da tutti gli appassionati di tennis non si è potuto disputare. Si tratta del torneo di Wimbledon, lo Slam che la maggior parte dei giocatori presenti nel circuito sogna di vincere almeno una volta in carriera.

I campi dell’All England Club necessitano di un trattamento speciale e non possono essere utilizzati, come accaduto in altri eventi, fuori stagione.

Le nuove misure scelte dagli organizzatori di Wimbledon

Neil Stubley, capo giardiniere di Wimbledon, dopo la cancellazione del torneo aveva spiegato: “Per quanto sarebbe bello giocare il torneo in tarda estate e autunno, non è possibile.

È vero che abbiamo giocato degli incontri di Davis a settembre. Ma lì si può iniziare alle 11 e finire alle 17. Ai Championships si va dalle 11 di mattina fino alle nove per due settimane. In totale fanno 670 match.

È dura riuscire a luglio, figuriamoci in altri momenti dell’anno. In tarda estate il sole è più basso nel cielo. Perciò la rugiada arriva prima e i campi diventano scivolosi. L’arco di tempo in una giornata in cui si può giocare si restringe.

Si deve cominciare più tardi e finire prima” . Quest’anno, la speranza degli organizzatori di Wimbledon è quella di far disputare il torneo permettendo anche al pubblico di assistere agli incontri dal vivo.

Stando agli ultimi aggiornamenti del Daily Mail, per tutelare la sicurezza degli atleti e di tutte le persone coinvolte nel torneo, la direzione starebbe pensando di utilizzare alcuni alberghi ufficiali solo per i giocatori e di implementare un ambiente in grado di ridurre il rischio al minimo.

"Stiamo creando diverse misure per riuscire ad avere un torneo sicuro di cui il pubblico si possa fidare”, ha spiegato uno dei portavoce del torneo al Daily Mail. “Una di queste è l’implementazione di un ambiente in cui il rischio per i giocatori sia minimizzato.

Per questo motivo, e in ossequio alle norme vigenti, ci saranno degli alberghi ufficiali per i giocatori, per i loro team e per gli arbitri. Chi vorrà partecipare dovrà obbligatoriamente alloggiare in una di queste strutture“ .