Wimbledon, nuovo utilizzo per le "famose" fragole del torneo inglese



by   |  LETTURE 1394

Wimbledon, nuovo utilizzo per le "famose" fragole del torneo inglese

È ormai noto da tempo che l'edizione 2020 del torneo di Wimbledon non verrà disputata. La Pandemia e l'emergenza sanitaria che hanno colpito l'intero pianeta fanno sì che non ci sia la possibilità di assistere al torneo sull'erba londinese e gli organizzatori hanno chiarito fin dall'inizio che un torneo storico come quello inglese non si sarebbe mai disputato a porte chiuse.

Oltre al tennis anche una consueta tradizione che si manteneva ogni anno sui campi di Wimbledon verrà a mancare: ogni anno gli appassionati di tennis si gustavano, con circa 2 Pound e 50, un dolcissimo cestino di fragole con la panna.

Quest'anno non sarà possibile e in proporzione analisti hanno dichiarato che il torneo avrebbe portato alla vendita di circa 38 tonnellate di frutta e quasi 200 Mila porzioni di fragole.

Il nuovo utilizzo delle fragole e la situazione a Wimbledon

L'enorme raccolto di 750 kg ottenuto quest'anno non verrà ovviamente perduto ed è stato deciso cosa farne in questi giorni: la maggior parte verrà trasformata in una delicata marmellata di fragole mentre la parte rimanente di fragole verrà destinata a supermercati, scuole o banchi alimentari.

La decisione è stata presa dagli stessi organizzatori del torneo inglese. Le perdite di quest'anno al torneo britannico sono incredibili e con precisione sono state stimate in 52 milioni di sterline derivanti dalla mancata vendita dei biglietti e 138 milioni persi a causa dei mancati introiti derivanti da sponsor e diritti Tv.

Una perdita di 190 milioni complessivi che fortunatamente gli organizzatori alleviano parzialmente grazie ad un assicurazione. L'All England Club incasserà infatti 113 milioni di euro grazie ad una clausola capace di colrarire eventuali cancellazioni in seguito allo scoppio di pandemie: gli organizzatori del torneo inglese furono previdenti nel 2003 quando preoccupati dalla lotta del mondo contro la Sars, decisero di stipulare questa particolare clausola per evitare danni ingenti.

Oltre a ciò la Lawn Tennis Association ha stanziato 27 milioni di euro per sostenere tutto il movimento tennistico del paese, dagli atleti fino ai numerosi circoli presenti in Inghilterra.