Serena Williams: "Sensazioni ben diverse rispetto alle ultime finali"


by   |  LETTURE 1857
Serena Williams: "Sensazioni ben diverse rispetto alle ultime finali"

Serena Williams ha stritolato Barbora Strycova in semifinale e si è così portata ad un solo passo dall’ottavo titolo a Wimbledon e soprattutto dal 24mo sigillo nei Major: cifra che le consentirebbe di eguagliare il record di Margaret Court.

Questo record non fa parte dei miei pensieri” ha dichiarato Serena in conferenza stampa. “Non si tratta di aver vinto 23, 24 o 25 tornei dello Slam, quello che conta è riuscire a scendere in campo e fare del proprio meglio, non importa cosa succede dopo.

Non conta come finirà, perché comunque vada la mia sarà sempre una grande carriera e questa è una certezza che nessuno mi toglierà”. Serena aveva già tentato l’aggancio a Margaret Court in due occasioni, entrambe nel 2018: ma sia a Wimbledon sia agli US Open era uscita sconfitta in due set, per mano di Kerber e Osaka rispettivamente.

Mi avvicino a questa finale con sensazioni totalmente diverse da quelle che avevo prima delle due finali dello scorso anno” ha assicurato la statunitense. “Sono molto più tranquilla e so di non aver nulla da perdere.

O meglio, ho molte cose da guadagnare e poche da perdere. Riguardo alla finale dell’anno scorso con Kerber, è acqua passata e ne ho tratto importanti insegnamenti. Ero triste, ma allo stesso tempo orgogliosa di me.

Non c’era molto altro che potessi fare in quel match, fisicamente ero allo stremo e Angelique ha pienamente meritato la vittoria. Il mio livello in queste ultime partite è stato molto alto e questo mi rende molto felice, mi diverto a giocare a tennis e spero di continuare così anche nelle prossime partite”.

Sulla sua strada c’è ora solo Simona Halep, che la Williams ha battuto in nove dei precedenti confronti. “Ha molte qualità impressionanti, ma se dovessi sceglierne una direi la sua tenacia, e anche la sua capacità di migliorare di torneo in torneo” ha commentato Serena.

“Non la si può assolutamente sottovalutare, anche se l'erba non è la sua superficie preferita, perché se è riuscita ad arrivare fin qui non è certo per caso. Dovrò giocare al mio massimo livello se voglio vincere il titolo”.

Serena ha infine speso delle belle parole anche nei confronti dell’esperienza di doppio misto al fianco di Andy Murray, conclusasi ieri agli ottavi di finale. “Il doppio mi ha aiutato, non attaccavo così tanto la rete” ha detto l’americana.

La mia esperienza a Wimbledon al fianco di Andy è stata magnifica: condividere il campo con una persona del genere, e in una cornice del genere, è qualcosa che non dimenticherò mai”.