WIMBLEDON - Fabio Fognini non fa il Balotelli: nuova rimonta e terzo turno!



by   |  LETTURE 3800

WIMBLEDON - Fabio Fognini non fa il Balotelli: nuova rimonta e terzo turno!

Fabio Fognini batte per 2-6 6-4 7-6(6) 6-3 Tim Puetz, 26enne numero 251 del mondo, e approda al terzo turno di Wimbledon.

Dopo lo spavento e la divertente rimonta di primo turno con Kuznetsov, il ligure ne compie un'altra contro un altro nome poco noto ai più, alias Tim Puet, reduce dalla prima vittoria in uno Slam in carriera e 'famoso' soprattutto (forse solo...) negli States, dove ben si è comportato nell'ambito dei College.

In avvio Fognini somiglia al Balotelli del mondiale: è quasi assente. Succube del potente gioco dell'avversario, fatica ad entrare dentro il campo ed è costretto a remare da fondo, come fosse su terra. Il risultato, un netto 6-2 con doppio break, rispecchia i valori in campo.

Che però cambiano, per fortuna, a inizio secondo set. Fognini evita di regalare punti innalzando profondità e regolarità in particolar modo col rovescio, riuscendo a muovere finalmente il tedesco. Pareggia così il conto dei set per 6-4 facendo tesoro del break ottenuto nel quinto game, ma il punteggio sarebbe potuto anche essere più netto.

Il terzo set comincia sulla falsa riga del secondo, ma Fabio spreca un paio di buone occasioni nel game iniziale e si fa trascinare fino al tie-break, non rischiando comunque più nulla nei suoi turni di battuta. Al tie il taggiasco si smarrisce però nuovamente, costretto a rincorrere fin dall'inizio il meno quotato avversario.

Sotto 6-4 fa però vedere di che pasta è fatto, annullando bene il primo setpoint e volando a rete alla Becker sul secondo. Puetz accusa il colpo e Fabio domina gli scambi col diritto, finendo per portarsi a casa un set quasi compromesso per 8 punti a 6.

Uno scambio di break inaugura il quarto set, quindi è Fognini a prendere il largo. ottenendo il break del 2-1 grazie a una nuova magia sottorete, ma anche grazie a un avversario ora molto meno costante al servizio.

Non manca un po' di pathos nel finale, con 3 palle break annullate negli ultimi due turni in battuta, ma il match si chiude dopo due ore e mezza, per 2-6 6-4 7-6 6-3 in favore di Fabio. L'azzurro chiude con 34 unforced e 30 vincenti, il tedesco con 46 gratuiti e ben 19 aces: a testimoniare la sua pochezza in risposta anche il 62% di punti vinti da Fabio con la seconda.

Fognini giunge così per seconda volta in carriera al terzo turno in quel di Wimbledon: nel 2010 fu stoppato da Benneteau, quest'anno sarà dura, ma nient'affatto impossibile, la sfida al bombardiere Kevin Anderson, vincitore in 4 set su Roger-Vasselin, in uno scontro fra top 20.

Nel frattempo Fabio consolida la sua top 15 in attesa di iniziare la lunga ed ardua difesa dei quasi 900 punti incamerati nel 2013 negli ultimi tornei sul rosso dell'anno. GLI ALTRI MATCH