WIMBLEDON

WIMBLEDON - Serena Williams, rimonta e vittoria. Bene Kvitova e Azarenka

-  Letture: 1735

Soffre Serena Williams, anche nella Wimbledon che le ha regalato 4 titoli in carriera. L'americana trionfa solo al terzo set su Jie Zheng dopo una maratona terminata per 6-7(5), 6-2, 9-7, negando così la rivincita alla cinese in quella che era la riedizione della semifinale 2008, quando la Williams trionfò in due set.

Finora la Zheng, che non ha mai vinto contro la statunitense, era riuscita solo a strappare due set all'avversaria sul cemento. Questa è stata la prima volta che invece è accaduto sull'erba, dove aveva perso nettamente anche nel precedente scontro diretto del 2004 sempre a Wimbledon.

Del resto, la cinese è diventata osso duro su questa superficie, basti pensare che conquistò comunque il titolo in doppio nel 2006. Fatta eccezione per il secondo set, vinto in modo netto, la Williams ha sofferto molto il gioco dell'avversaria, totalizzando tra primo e terzo parziale 23 dei 24 errori gratuiti complessivi dell'incontro.

Fortunatamente questi sono stati bilanciati anche da 54 vincenti e da un gioco perennemante aggressivo, che alla fine ha pagato nonostante una grande solidità della Zheng, che pur senza gli stessi numeri (21 vincenti totali, 17 errori non forzati), si è comunque dimostrata difficile da scardinare al servizio.

Tuttavia, alla fine, è stata ancor più solida Serena, che non ha mai ceduto comunque il break, concedendo appena 18 punti in tutti e tre i set sul proprio servizio (solo 5 sulla seconda).

Al prossimo turno, la Williams è attesa da Yaroslava Shvedova, che si è sbarazzata oggi della nostra Sara Errani. Chi invece va sempre meglio dopo gli iniziali dubbi è Petra Kvitova, campionessa in carica che oggi si è imposta nettamente su Varvara Lepchenko, lasciandole appena 1 game in tutto il match.

La ceca, che si era trovata ad affrontare l'americana appena un mese fa al Roland Garros (dove si impose anche lì in due set) si è affermata per 6-1, 6-0, concedendo solo due palle break e presentandosi così in modo convincente all'attesa sfida degli ottavi di finale contro Francesca Schiavone.

Convincente, anche se poteva (e doveva) essere ancor più tondo lo score, è stata la prova di Victoria Azarenka, numero 2 del tabellone, contro la sorpresa Jana Cepelova, numero 178 del ranking e arrivata al terzo turno alla sua prima partecipazione in assoluto ad un torneo del Grande Slam.

La bielorussa se ne libera in due set per 6-3, 6-3, ma deve comunque concedere due break, lottare in molti game che si allungano ai vantaggi, e regalare 19 punti per errore gratuito. Sulla strada verso la riconferma almeno della semifinale dell'anno scorso, per Vika ci sarà adesso Ana Ivanovic, che ha avuto la meglio al terzo set contro Julia Goerges.

RISULTATI: [Singles - Third Round
(2) Victoria Azarenka (BLR) d. (Q) Jana Cepelova (SVK) 63 63
(4) Petra Kvitova (CZE) d. Varvara Lepchenko (USA) 61 60
(6) Serena Williams (USA) d. (25) Zheng Jie (CHN) 67(5) 62 97
(WC) Yaroslava Shvedova (KAZ) d.

(10) Sara Errani (ITA) 60 64
(14) Ana Ivanovic (SRB) d. (22) Julia Goerges (GER) 36 63 64
(21) Roberta Vinci (ITA) d. (Q) Mirjana Lucic (CRO) 76(4) 76(3)
(24) Francesca Schiavone (ITA) d. Klara Zakopalova (CZE) 60 64
Tamira Paszek (AUT) d.

Yanina Wickmayer (BEL) 26 76(4) 75 Doubles - Second Round
(6) Hlavackova/Hradecka (CZE/CZE) d. Cibulkova/Hantuchova (SVK/SVK) 62 64
Hsieh/Lisicki (TPE/GER) d. (15) Begu/Niculescu (ROU/ROU) 63 20 ret. (Niculescu: left hand injury)
Radwanska/Radwanska (POL/POL) d.

Falconi/Scheepers (USA/RSA) 75 61
.