Us Open, Day 12: ostacolo Medvedev per Alcaraz, Djokovic contro Shelton. Il programma

Carlitos e Nole confermeranno i pronostici? L'Arthur Ashe è pronto ad assistere allo spettacolo

by Luca Ferrante
SHARE
Us Open, Day 12: ostacolo Medvedev per Alcaraz, Djokovic contro Shelton. Il programma
© Matthew Stockman/Getty Images

Ancora semifinali, stavolta nel tabellone principale maschile. È una giornata piuttosto importante a New York per comprendere chi domenica alzerà il prestigioso trofeo degli Us Open. L'Arthur Ashe Stadium è pronto ad assistere a due battaglie interessanti, auspicando in condizioni climatiche migliori che possano permettere ai giocatori di esprimere al meglio.

Il programma avrà inizio quando in Italia scoccheranno le ore 21. Sarà Novak Djokovic a prendersi la scena insieme al talentuoso 20enne Ben Shelton, che vuole essere ancora protagonista nella competizione e regalare una gioia importantissima al suo pubblico statunitense.

Una dura lotta attende il campione serbo, che nuovamente dovrà giocare non avendo il supporto della maggior parte degli spettatori: l'obiettivo è quello di approdare in finale e giocarsi le sue chances per il titolo, che manca nel suo palmarès addirittura dal 2018.

Il giocatore classe 2002 cercherà di impressionare dopo aver regolato in quattro set il connazionale Frances Tiafoe: dovrà saper reggere la tensione di affrontare il 36enne di Belgrado. Fatta eccezione per la rimonta su Laslo Djere, Nole ha sempre dominato le partite disputate, come ai quarti con Taylor Fritz.

Si ripeterà?

La seconda semifinale

A seguire, non prima dell'una, si scontreranno gli ultimi due vincitori della manifestazione. Carlos Alcaraz e Daniil Medvedev, come da previsione, daranno vita a un avvincente confronto per ottenere l'accesso all'atto conclusivo del torneo.

Il russo ha decisamente faticato più dello spagnolo per raggiungere la semifinale: nonostante i soli due set concessi in tutta la competizione, il nativo di Mosca ha sofferto l'elevata umidità sui campi, che ha messo a dura prova il suo fisico.

Più agevole l'avventura del numero uno al mondo, che cederà lo scettro a Djokovic da lunedì: Carlitos non ha avuto problemi nei recenti match contro l'italiano Matteo Arnaldi e uno stremato Sascha Zverev.

L'iberico potrebbe presentarsi più fresco e riposato, oltre a godere dei favori del pronostico. La conferma anche nei precedenti, visto che Alcaraz ha battuto nettamente Medvedev sia a Indian Wells che a Wimbledon in questa stagione.

Us Open Alcaraz
SHARE