US Open, le pagelle: Alcaraz regna, Kyrgios e Sinner sprecano. Orgoglio Serena



by   |  LETTURE 4921

US Open, le pagelle: Alcaraz regna, Kyrgios e Sinner sprecano. Orgoglio Serena

Gli Us Open sono ufficialmente giunti al termine. Il quarto e ultimo torneo del Grande Slam dell'anno ha dato importanti aggiornamenti ed ha rivoluzionato, soprattutto in ottica maschile, la storia di questo sport. Con la vittoria nella serata di ieri Carlos Alcaraz non solo ha vinto il suo primo Slam ma è diventato il numero uno al mondo più giovane di sempre, l'ennesimo record di un inizio carriera strabiliante.

Noi di TennisWorldItalia abbiamo stilato le pagelle per gli Us Open 2022: Carlos Alcaraz = 10 Il 2022 del talento spagnolo è stato finora davvero incredibile. Masters 1000, vittoria degli Us Open e prima posizione nel ranking Atp (il più giovane di sempre), i numeri del talento iberico parlano chiaro e a New York ha dimostrato di avere una tenacia fuori dal comune.

Il tennista murciano ha vinto due autentiche battaglie ai Quarti ed in semifinale contro Sinner e Tiafoe ed in finale non ha sentito pressione per portare a casa la vittoria. Il campione è sbocciato ed è pronto a prendere il volo.

Casper Ruud = 8,5 Seconda finale Slam del 2022 e numero 2 al mondo. Il giovane norvegese è in costante crescita ed ora è un avversario di livello anche su cemento. Gli manca poco per salire al vertice e vincere ma già ora è un osso duro.

Le vittorie su Berrettini e Khachanov sono l'evidente prova che a Ruud manca poco per completare lo step definitivo, ma il norvegese continua a fare davvero bene. Jannik Sinner = 7 Passano i tornei e aumentano i rimpianti per il giovane talento altoatesino.

L'azzurro ha avuto una grossa chance servendo per il match contro Alcaraz, poteva giocare lui la finale al posto del murciano ma ancora una volta Jannik è venuto meno nel momento più importante. Per oltre due set ha dominato contro lo spagnolo eppure alla fine ha ceduto.

Bisogna lavorare mentalmente per l'azzurro, che, ora e per il futuro, è il più grande rivale del diciannovenne numero uno. Tiafoe e Khachanov = 7,5 I due tennisti sono le due grandi rivelazioni del torneo: hanno battuto rispettivamente Rafa Nadal e Nick Kyrgios ed hanno lottato fino alla fine.

L'americano ad un certo punto ha coltivato anche speranze di vittoria nel torneo, ma il solito Alcaraz ha fermato le sue ambizioni. Nick Kyrgios = 7 Dopo Wimbledon il particolare tennista australiano ha mostrato di essere ormai tornato quello dei tempi migliori.

La vittoria contro Medvedev ha acceso speranze Slam e allo stesso tempo in tanti sono rimasti delusi dal ko contro un avversario tutt'altro che impossibile come Khachanov. Opportunità come queste, in un torneo senza Djokovic, vanno colte all'istante e attorno a Nick ci sono tanti, forse troppi rimpianti.

Matteo Berrettini = 6,5 Il tennista azzurro non è arrivato al torneo nelle migliori condizioni. L'eliminazione contro Ruud è arrivata in maniera netta, ma con la consapevolezza che non si poteva fare molto di più.

Certo, c'è da sfatare il tabù Top 10 negli Slam. In lenta ripresa. Rafael Nadal = 5.5 Un torneo insufficiente, dovuto soprattutto ai problemi fisici che hanno frenato la sua corsa verso il 23 Slam. Al di là di questo non sono piaciute alcune dichiarazioni dopo l'eliminazione, Rafa è sembrato per certi versi fuori luogo.

Il campione non si discute ma intanto l'età avanza anche per lui. Daniil Medvedev = 5 Seconda sconfitta in poche settimane contro Kyrgios, un avversario che il russo soffre particolarmente. Oltre a questo Daniil versione 2022 desta tante perplessità, lontano parente di quello che trionfò a Flushing Meadows lo scorso anno.

Stefanos Tsitsipas = 3 Il tennista greco è uno dei più talentuosi del circuito ma rischia di finire in un limbo senza ritorno. Il suo match di esordio è inspiegabile e, sebbene giustificato con qualche problemino fisico, i principali problemi sembrano mentali.

Senza Djokovic e con Nadal in cattive condizioni doveva puntare almeno alle semifinali e invece esce subito. Disastroso.

La situazione nel torneo femminile

Serena Williams = 8 È un voto che vale soprattutto per la carriera, ma l'americana ha onorato al meglio la sua ultima corsa.

Prestazioni ottime nei primi turni e la vittoria contro la testa di serie numero due, un addio emozionante per una tennista che ricorderemo tutti. Iga Swiatek = 9 Terzo Slam in carriera per la ventunenne polacca. Iga non è sembrata la dominatrice che ha letteralmente distrutto il circuito qualche mese fa, ma è riuscita a vincere il torneo, anche senza troppi patemi.

Ons Jabeur = 7 Seconda finale consecutiva per la tunisina in un torneo dello Slam. Buon torneo come testimonia la vittoria sulla Garcia, ma qualche perplessità sulla gestione della finale dove non è mai apparsa realmente in corsa.