Jannik Sinner ai Quarti a New York, l'azzurro sulla scia di Novak Djokovic

Il meraviglioso successo su Ilja Ivaska vale un nuovo record nella freschissima carriera di Jannik Sinner

by Alessandro Maggi
SHARE
Jannik Sinner ai Quarti a New York, l'azzurro sulla scia di Novak Djokovic

Il meraviglioso successo su Ilja Ivashka vale un nuovo record nella freschissima carriera di Jannik Sinner: è il più giovane giocatore a centrare i quattro quarti di finale dello Slam dal 2007-2008. Allora, toccò ad un certo Novak Djokovic.

L'azzurro batte in cinque set dopo una grande battaglia il bielorusso e raggiunge i Quarti dove affronterà Carlos Alcaraz.

Le perle di Jannik

Una gara pazzesca quella vissuta nella notte da Jannik Sinner sul campo intitolato a Louis Armstrong.

Soprattutto una dimostrazione di inesauribile forza mentale, palesata nei tre punti concessi in cinque game una volta toccato l’1-3 nel decisivo quinto set. Il fuoriclasse di San Candido entrava negli ottavi di finale con un curriculum 2022 già importantissimo: solo lui, e Rafa Nadal, avevano raggiunto la seconda settimana di partite nei quattro Slam della stagione.

Poi, Rafa si è inchinato a Tiafoe, e una piccola grande storia statistica ha aperto le sue porte. Jannik Sinner è oggi il più giovane giocatore a giocare i quattro quarti di finale dei grandi tornei dal 2007-2008, da Novak Djokovic.

Tre di questi, in questo magico 2022. Una cronologia che scatta a gennaio, all’Australian Open: battuti Joao Sousa, Steve Johnson, Daniel Taro e Alex De Minaur (un solo set concesso), prima del ko in tre partite con Stefanos Tsitsipas.

L’unica eccezione è il rosso del Roland Garros, pur in un 2022 che gli garantisce i quarti a Roma. Nel 2020, nell’insolita collocazione di settembre, Jannik piega David Goffin, Benjamin Bonzi, Federico Coria e Alexander Zverev (anche qui, un solo set concesso), prima di arrendersi 0-3 al re Rafa Nadal.

E torniamo al magico 2022, alla grande sorpresa di Wimbledon. Si parte con il 3-1 allo svizzero Stan Wawrinka, stesso epilogo con lo svedese Mikael Ymer, quindi dopo il 3-0 a John Isner la battaglia in quattro set vinta con Carlos Alcaras, prima della rimonta da 0-2 di Novak Djokovic.

Sì, proprio Nole, il principe di Belgrado, che nel 2007 arrivò in semifinale in Francia e a Wimbledon (ko sempre con Nadal) e in finale negli Stati Uniti (3-0 Federer), e nel 2008 vinse in Australia.

Jannik Sinner Novak Djokovic
SHARE