Us Open - Berrettini di forza contro Murray: agli ottavi la sfida con Davidovich



by   |  LETTURE 8364

Us Open - Berrettini di forza contro Murray: agli ottavi la sfida con Davidovich

Doveva vincere e lo ha fatto. Alla soglia delle quattro ore di gioco, Matteo Berrettini risolve la tesissima partita a scacchi con Andy Murray per la terza volta in carriera e supera ancora una volta lo scoglio del terzo turno sul cemento di Flushing Meadows.

Il numero due del blocco Italia, che non sfrutta una marea di chance per il break nel cuore del terzo e si ritrova costretto ad allungare i tempi in maniera considerevole, spezza comunque gli equilibri sul 4-3 nel momento di massima difficoltà e abbraccia il 6-4 6-4 6-7(1) 6-3 alla prima occasione utile.

Ad attenderlo adesso Alejandro Davidovich Fokina, che con tempi e modalità assai simili supera invece Galan: la chance nella parte di tabellone lasciata vacante da Stefanos Tsitsipas e Taylor Fritz si fa quindi sempre più ghiotta.

Berrettini flirta con il break in avvio, ma nel sesto gioco subisce emotivamente lo straordinario passante di Murray e commette un doppio fallo nel punto immediatamente successivo. Rimedia con un ace (il quinto della sua partita) ma si trova comunque costretto a cancellare una palla break dopo un altro grandissimo recupero di rovescio del britannico.

La palla corta si rivela un'arma assai produttiva per il tennista azzurro, che sul 3-3 si porta poi sul 30-40 grazie a una splendida risposta di rovescio. A dare una mano al numero due azzurro è 'Sir Andy' con un doppio fallo.

Il resto è come da logica delle cose un contorno del tutto necessario. Murray cerca di allungare il numero degli scambi prolungati e di pizzicare la diagonale sinistra del mostro-di-regolarità che presenzia dal lato opposto della rete.

Berrettini, che alza considerevolmente il numero dei giri con la prima e che mette con più costanza i piedi in campo, tenta di attuare ovviamente il piano contrario. Non basta comunque il break in avvio: ancora una volta è il settimo game a regalare il definitivo vantaggio a Berrettini, che arpiona il punto decisivo con una splendida costruzione dal basso che battezza poi con un attento e precisissimo smash con il naso sulla rete.

Berrerttini non sfrutta una situazione di 15-40 nei primi due turni di risposta, ha chance concrete anche negli altri due - pur senza affacciarsi più a palla break - ma soprattutto sul 5-5. Stessa situazione e stesso sfortunato epilogo.

Berrettini si affaccia nel jeu decisif con uno straordinario vincente di dritto alla fine di un massacrante scambio sulla diagonale destra, ma proprio con il dritto perde i due punti successivi on serve. Murray ribalta completamente la situazione grazie a una splendida avventura nei pressi della rete e aggancia quanto meno il 4-1.

Berrettini, che non fa più in tempo a muovere il punteggio, rimane in balia di qualche perplessità di troppo, mantiene i nervi saldi, ma soprattutto spezza definitivamente gli equilibri sul 4-3 nel quarto parziale e alla prima occasione utile con la battuta a disposizione chiude la faccenda. Photo Credit: Getty Images