Us Open - Fognini dura un set e mezzo: Nadal si 'vendica' e raggiunge Gasquet



by   |  LETTURE 5794

Us Open - Fognini dura un set e mezzo: Nadal si 'vendica' e raggiunge Gasquet

Dura sostanzialmente un set e mezzo la partita di Fabio Fognini, che aveva vinto il precedente agli Us Open datato 2015 contro Rafa Nadal. Il tennista azzurro, che si ritrova sul 6-2 4-2, perde sette dei successivi otto giochi e non riesce più a rimettere in sesto la situazione.

Pesa anche un piccolo problema di natura fisico. Il quattro volte campione del torneo, che nel cuore del quarto set si procura un piccolo taglio al naso, non apporta comunque particolari modifiche al copione e con un rocciosissimo 2-6 6-4 6-2 6-1 raggiunge al terzo turno Richard Gasquet, giocatore già battuto nel circuito maggiore nei diciassette precedenti.

Rafa raggiunge anche quota 66 vittorie sul cemento di Flushing Meadows diventando il settimo giocatore più vincente della storia del torneo: superato John McEnroe. Una meravigliosa illusione, quanto meno fino al 6-2 4-2.

Fognini interpreta la prima parte della sfida in maniera semplicemente straordinaria. Complice anche il rendimento piuttosto scadente del fenomeno spagnolo sul lato del rovescio. Nadal, che tenta di apportare qualche piccola miglioria al piano tattico e che elimina sostanzialmente gli errori dal progetto tatttico, vince sette dei successivi otto giochi e tampona il tentativo di fuga del taggiasco, che proprio dalla metà del secondo set colpisce la palla in maniera meno pulita e perde certezze negli scambi prolungati.

Nadal, che paradossalmente non sfrutta immediatamente il break di vantaggio nel corso del terzo set, ripristina immediatamente le gerarchie sul 3-2 grazie a un piccolo capolavoro sulla seconda palla break a disposizione.

Fognini costruisce in maniera perfetta il punto, si porta sulla diagonale destra con un dritto in avanzamento e gioca anche un ottimo smash a rimbalzo. Nadal, che legge l'idea del tennista azzurro, con uno splendido passante lungolinea mette probabilmente la parola fine sulla contesa e bissa addirittura l'operazione break ai piedi del secondo traguardo.

Fognini nel corso del quarto set, comprensibilmente con la lancetta della benzina prossima allo zero, fa praticamente in tempo solo a smuovere lo zero dalla casella dei game. Grande spavento comunque per Nadal che in maniera molto sfortunata si procura un piccolo taglio sul naso dopo il rimbalzo della racchetta sul cemento, figlio di un rovescio in recupero.

Dopo la breve sosta, il campionissimo spagnolo perde i successivi sei punti ma rimette immediatamene la situazione a posto e alla soglia delle due ore e trenta di gioco arpiona la vittoria. Photo Credit: Getty Images