Us Open - Italia epica: Sinner, Musetti e Fognini vincono al 5° set

Diverse nella forma e nella sostanza, identico il risultato finale. Per i tre azzurri il quinto set è una manna dal cielo

by Perri Giorgio
SHARE
Us Open - Italia epica: Sinner, Musetti e Fognini vincono al 5° set

Diverse nella forma e nella sostanza: ma per Jannik Sinner, Fabio Fognini e Lorenzo Musetti il risultato si rivela identico. Le tre stelle azzurre impegnate nel day-2 degli Us Open superano il primo turno, tutti e tre grazie a un successo in extremis al quinto set.

Sinner, che lascia il primo set per strada e che in avvio di quarto dopo un nettissimo 6-2 6-1 non sfrutta tre palle break consecutive per ammazzare definitivamente la partita, si rifugia nel deciding set e non manca l'appuntamento con la prima newyorkese.

Nonostante qualche pecca negli scami prolugati, e un piano tattico piuttosto confusionario, la spunta alla fine con tigna e sigilla di fatto il successo sul 5-7 6-2 6-1 3-6 6-1. Emblematico il terzo set, che arpiona con grande classe lasciando sostanzialmente per strada le briciole.

Al secondo turno la sfida decisamente abbordabile con Christopher Eubanks. Fabio Fognini ritorna Fabio Fognini, almeno per una notte. Contro Aslan Karatsev rischia di scivolare sul 6-1 5-1 prima di riaccendersi, in maniera quasi del tutto casuale, ma soprattutto di interpretare la sfida in maniera sostanzialmente perfetta contro un avversario che a un certo punto si ritrova quasi completamente a corto di armi.

'Fogna' cede il secondo set comunque ai piedi del jeu decisif, ma entra selvaggiamente in partita. Il tennista azzurro, che si arrampica sul 4-2, chiamato a servire per il terzo set dilapida complessivamente sei set point e cancella quattro palle per il 5-5.

Alla settima opportunità utile chiude però i conti e lascia passare il delicatissimo ago della bilancia della sua parte. Domina il quarto set (grazie anche al russo che contribuisce alla causa con una scarsissima percentuale di punti con la seconda palla) e in un tesissimo quinto set approfitta sostanziale di un game-horror del tennista russo, che proprioo sul 4-5 butta tutto con quattro errori in fila di rovescio.

Alla soglia delle tre ore e trenta di gioco il l'1-6 5-7 6-4 6-1 6-4 è sostanzialmente una conseguenza logica. Al secondo turno la super affascinante sfida con Nadal, già battuto sul cemento di Flushing Meadows nel 2015.

Lorenzo Musetti vince parallelamente una partita assolutamente folle contro David Goffin, che dilapida una situazione di 5-2 nel corso del deciding set e che non sfrutta una situazione di 9-9 con la battuta a disposizione neanche nel long tie break.

Goffin gestisce meglio la prima occasione, ed è anche il primo a procurarsi chance in risposta, ma i primi sei giochi del secondo set sono contornati da quattro break. ma è ai piedi del 6-6 che Musetti - nonostante qualche macchia qua e là - spezza gli equilibri e pareggia i conti.

A fare la differenza nel terzo set è ancora una volta un break nel settimo gioco. Goffin apporta ovviamente delle migliorie al piano tattico. Quanto meno lima il numero degli errori non forzati, vola sul 3-0 e proprio nel settimo gioco (sì, proprio lui) cancella complessivamente quattro chance per il contro-break Italia e forza la partita al quinto.

Qui succede sostanzialmente di tutto. Con la lancetta della benzina prossima allo zero, 'Muso' lascia il servizio in avvio e si ritrova sul 2-5 15-30. Proprio a un passo dal baratro, reagisce con tutto quello che ha a disposizione e in un modo o in un altro si riaffaccia sul 5-5.

Goffin manca ai piedi del jeu decisif un'altra chance per chiudere la partita con la battuta a disposizione, manca un vantaggio di 4-1 nel tie break, manca un match point sul 9-8 (con un dritto di pura stanchezza che sparacchia oltre la linea di fondo) ma soprattutto subisce il piccolo capolavoro di 'Muso' che alla fine di un massacrante braccio di ferro sulla diagonale sinistra ottiene il punto più importante del match con un devastante rovescio lungolinea.

Preludio dopo dopo 4 ore e 38 minuti di un clamoroso 3-6 7-5 6-4 3-6 7-6 (9) che vale la sfida con Gijs Brouwer

Us Open
SHARE