Us Open - Scivolone Tsitsipas, out anche Fritz. Si apre un varco nella parte alta

Nottata di sorprese a Flushing Meadows: perdono Tsitsipas e Fritz, fuori anche Sonego. A Kyrgios il derby con Kokkinakis

by Perri Giorgio
SHARE
Us Open - Scivolone Tsitsipas, out anche Fritz. Si apre un varco nella parte alta

Stefanos Tsitsipas non è mai stato (non è) e non sarà presumibilmente mai un mostro di continuità. La finale a Cincinnati raccontava però qualcosa di differente, una volta tanto. Invece il 6-0 6-1 che Galan firma in poco più di quaranta minuti di gioco contro il talento greco nella parte centrale di giornata sul cemento di Flushing Meadows lascia invece poco spazio alle analisi.

'Tsitsi' gioca due set orrendi, tenta poi con un colpo di coda di riprendersi, ma non ritrova armi sufficientemente valide per dare una svolta definitivamente alla partita nel quarto. Meriti - e non pochi - a Galan, che gioca una partita semplicisticamente perfetta (condita da 41 vincenti e 35 errori non forzati) contro un avversario in balia di se stesso che dopo il 7-5 nel terzo set ritorna a combattere contro i fantasmi.

Finisce 6-0 6-1 5-7 6-4. Si spalanca dunque una voragine nella parte tabellone, dato anche il passo falso piuttosto inconcepibile di Taylor Fritz, che perde in quattro set il derby con Holt, una buonissima chance questa per Matteo Berrettini.

Reduce parallalamente dalla passeggiata di salute nellal parte iniziale di giornata contro Nicolas Jarry. Finisce come deve finire la partita più attesa di giornata, quella tra Nick Kyrgios e Thanasi Kokkinakis. Vince ovviamente il finalista dei Championships, che nonostante qualche piccolo patema nel terzo set (e un tie break) si sbarazza di uno dei suoi migliori amici con un rocciosissimo 6-4 6-4 7-6(4).

Lotta ma non vince: nessuna sorpresa nel match tra Pablo Carreno Busta e Dominic Thiem, con il campione edizione venti-venti che rimedia solamente in parte a uno svantaggio di due set a zero. Più di qualche recriminazione per Lorenzo Sonego, che non sfrutta invece un 6-2 6-1 di vantaggio contro John Millman.

Il torinese, che a cavallo tra il terzo e il quinto set non si procura una singola chance di break, finisce per rimanere succubbe del tennis tutta-forza del tennista australiano, che sigilla il successo sul 6-2 6-4 6-4 dopo poco più di tre ore di gioco. Photo Credit: Getty Images

Us Open
SHARE