Berrettini pronto all'esordio allo US Open 2022: "Dietro i Big Three c'è lui..."



by ALESSANDRO MAGGI

Berrettini pronto all'esordio allo US Open 2022: "Dietro i Big Three c'è lui..."

Matteo Berrettini farà il suo esordio oggi nell'edizione 2022 dello US Open. Di fronte, intorno alle ore 18.15 italiane sul Campo 17, il cileno Nicolas Jarry. L’allenatore argentino Horacio De la Peña non ha dubbi: «Berrettini è una pietra.

A mio avviso è uno dei migliori del circuito dopo i Big Three».

Matteo Berrettini, tutto pronto per l’esordio

Matteo Berrettini torna a giocare in uno Slam dopo il clamoroso e sfortunato forfait di Wimbledon, con un piede ormai fuori dalle prossime ATP Finals di Torino.Dopo la vittoria del Queen’s, e lo stop forzato sull’erba più famosa del mondo, sono arrivati risultati altalenanti, con l’immediata finale a Gstaad e le brusche eliminazioni a Montreal e Cincinnati.

Il tabellone di New York oppone al “martello” di Roma il cileno Nicolas Jarry, numero 123 del mondo protagonista di un “caso doping” nel 2019, quando la sua positività emerse dopo una partita di Coppa Davis.

Un anno prima, a Kitzbuhel, l’ultimo precedente tra i due, con il successo nei quarti di finale per 7-5 6-3 di Jarry. Ma, ai tempi, era un altro Berrettini.Horacio De la Peña, allenatore argentino e organizzatore di diversi challenger in Sud America, ha parlato del confronto su claytennis.com: «Una gara molto complicata per Nico.

Per me Berrettini è uno dei migliori del circuito dopo i Big Three».Ai massimi livelli, insomma, non ci sono dubbi: «Nico può fare bene, arriva dalle qualificazioni e quindi ha una migliore condizione.

E poi ha quel piccolo vantaggio del successo nel loro ultimo confronto. Ma se Berrettini gioca bene, è una pietra» E’ l’auspicio di Matteo, che un anno fa a New York arrivò sino ai quarti di finale, lasciandosi alle spalle Jeremy Chardy in tre set, Corentin Moutet in quattro, Ilya Ivashka in cinque e Oscar Otte in quattro, prima di cedere 7-5, 2-6, 2-6, 3-6 a Novak Djokovic, lanciato verso il sogno Grande Slam infranto poi nella finale con Medvedev.

Us Open Matteo Berrettini Nicolas Jarry