"Di importanza vitale": US Open, il gesto inaspettato. Coinvolto anche Berrettini



by   |  LETTURE 12180

"Di importanza vitale": US Open, il gesto inaspettato. Coinvolto anche Berrettini

Un'esibizione per sensibilizzare il pubblico sul conflitto in Ucraina. Questo l'obiettivo degli organizzatori degli Us Open alla viglia del torneo vero e proprio. Si terrà venerdì 24 agosto, proprio nel giorno dell'indipendenza ucraina, l'evento di beneficienza per raccogliere fondi che possano andare a sostegno della popolazione coinvolta nella Guerra.

Come parte delle iniziative a sostegno dell'Ucraina, la USTA donerà almeno due milioni di dollari attraverso il “GlobalGiving's Ukraine Crisis Relief Fund”, e programma tra le altre cose anche di raccogliere altro denaro durante lo stesso torneo attivando varie iniziative sia presso il Billie Jean King National Tennis Center che con il sito web ufficiale dedicato.

L'esibizione si svolgerà sul Louis Armstrong, (non sull'Arthur Ashe) e potrà contare su un roster straordinario. Oltre alla presenza di Carlos Alcaraz, Taylor Fritz e Felix Auger Aliassime, saranno ai nastri di partenza anche il 'nostro' Matteo Berrettini e soprattutto Rafa Nadal, che dopo il forfait dal '1000' di Montreal ha già posato lo sguardo sull'ultimo Slam della stagione.

Tra le donne spiccano la 'stellina' di casa Coco Gauff, la numero uno del mondo Iga Swiatek, la finalista della passata edizione Leylah Fernandez e la bielorussa Viktoria Azarenka. Non è da escludere neanche che nelle prossime settimane possano aggiungersi altre stelle del panorama tennistico attuale e passato.

La serata verrà presentata da Patrick McEnroe.

Le parole del presidente della Usta: "Causa importantissima"

"Gli Us Open sono un palcoscenico che attrae milioni di appassionati ed è nostro dovere far sì che questa passione possa essere indirizzata verso coloro che in questo momento necessitano di aiuto.

E’ una causa di importanza vitale e sono orgoglioso del modo in cui il mondo dello sport si è unito per dare una mano agli amici dell’Ucraina che ne hanno disperatamente bisogno”. ha raccontato con grande consapevolezza il presidente della USTA Mike McNulty. Photo Credit: Getty Images