Us Open - Alcaraz si ritira: sarà Aliassime-Medvedev in semi. Brilla Fernandez



by   |  LETTURE 3242

Us Open -  Alcaraz si ritira: sarà Aliassime-Medvedev in semi. Brilla Fernandez

Daniil Medvedev ferma la corsa del qualificato Botic Van de Zandschulp e raggiunge quanto meno la terza semifinale consecutiva agli Us Open. Anche se in realtà, dopo il 6-3 6-0 che aggancia in meno di sessanta minuti, ha bisogno degli straordinari.

E addirittura di evitare il tie break nel corso del quarto set. Il numero due del seeding risolve comunque la pratica con un 7-5 – intervallato ovviamente da un 6-4 – e raggiunge in semifinale Felix Auger Aliassime.

Si ferma ai quarti la straordinaria marcia del diciottenne Carlos Alcaraz. Lo spagnolo – dopo aver battuto praticamente tutti i record di precocità sul cemento newyorkese – è costretto ad alzare bandiera bianca dopo un set e mezzo (nello specifico sul 6-3 6-1) a causa di problemi fisici.

Aliassime – dopo i quarti a Wimbledon – ritocca quindi il best result in uno Slam, si affaccia ai piedi della Top 10 ranking e scavalca Jannik Sinner al decimo posto nella Race. La corsa per gli ultimi due posti Finals, salvo cataclismi, sarà a quattro.

Fernandez non si ferma più: in semifinale la sfida con Sabalenka

Dopo Ana Konjuh, Kaia Kanepi, Naomi Osaka e Angelique Kerber, Leylah Fernandez aggiunge Elina Svitolina alla liste delle vittime illustri a Flushing Meadows.

La diciannovenne canadese – che in uno Slam non aveva mai neppure superato lo scoglio del terzo turno – giocherà la prima semifinale in carriera contro Aryna Sabalenka. La ‘teenager’ del gruppo, costante e lucida nelle scelte tattiche, vince tra le altre cose una partita bellissima nella parte centrale di giornata.

Manco a dirlo chiude con 42 vincenti e 31 errori non forzati e resiste al tentativo di rimonta della numero tre del mondo, che dal 2-5 nel corso del terzo riesce in qualche modo ad agganciare il tie break. ‘Miss Monfils’ paga comunque un approccio alla sfida troppo difensivo, ma soprattutto lo scarso apporto della seconda palla.

Emblematico alla soglia delle tre ore di gioco il 6-3 3-6 7-6(6). Tutto estremamente facile invece per la numero due del gruppo, che si sbarazza senza troppe difficoltà della campionessa del Roland Garros Barbora Krejcikova. Photo Credit: Getty Images