Viktorjia Azarenka spiega: "Ecco il momento chiave che ha deciso la gara"



by   |  LETTURE 3064

Viktorjia Azarenka spiega: "Ecco il momento chiave che ha deciso la gara"

Viktorjia Azarenka è caduta in finale dopo una grande battaglia agli Us Open 2020 contro la giapponese Osaka, ma la tennista bielorussa ha accettato la sconfitta ed è apparsa in conferenza stampa nella maniera più elegante possibile.

La tennista ha spiegato cosa non ha funzionato ma allo stesso tempo ha chiarito che è tutto solo un gioco e che purtroppo per lei anche la sconfitta fa parte del gioco.

Ecco le parole in conferenza stampa di Viktorjia Azarenka

Dopo il ko l'Azarenka ha parlato cosi al termine del match: "Tutto è cambiato all'intervallo, all'inizio del secondo set con lei che ha iniziato a giocare meglio.

Io ho continuato a fare ottimi punti, ma Naomi era molto più aggressiva. Non so quale sia stato il momento principale, nel corso del match vi sono stati alcuni momenti chiave ed il momento chiave del match è stato sul 4-3 del secondo set, un game molto lungo che ha portato Naomi sul 5-3.

Io non ho approfittato delle mie occasioni, non sono riuscita a chiuderla anche se devo dire che vi sono stati diversi punti di svolta durante il match. Nel terzo set ho provato a reagire ed ad affrontare i momenti difficili, ma non ha funzionato.

Alla fine sono state tre fantastiche settimane di tennis, ho avuto di buoni risultati e non posso che essere entusiasta. Alla fine è stata una sconfitta e non cambia molto per me. Ovviamente mi sarebbe piaciuto vincere ma non è andata così.

Alla fine ho dato tutto quello che potevo ma non è andata come volevo io. Sono orgogliosa di queste ultime settimane ed è stato fantastico, ora voglio continuare su questa strada e divertirmi. Tornare alla finale degli Us Open è stato divertente, sono molto grata per quest'opportunità.

Non sono delusa ed è solo un piccolo momento doloroso. È sempre doloroso perdere, oggi poi sono stata vicino alla vittoria ma non è andata così. Non ho intenzione di pensarci, vincere o perdere non cambia molto.

Questa è stata una bellissima esperienza, forse oggi potevo fare meglio ma ho lasciato tutta me stessa in campo. Ha vinto chi meritava, Naomi Osaka è una campionessa. Rispetto a sette anni fa mi piace come sono in campo, non penso troppo al risultato ma ai miei progressi ed accetto i momenti difficili e tutte le sfide.

Quando le cose non vanno come vuoi è più difficile ma anche più divertente provare e riprovarci, è questa la mia mentalità e quella che mi ha portato fin qui. Oggi mi sento più completa fuori dal campo, prenderò questa lezione al di sopra di ogni risultato e questo è il mio più grande successo oggi.

Niente è cambiato sulle aspettative, non so cosa penserò nelle prossime settimane e finalmente ho imparato a gestire tutte le aspettative e le pressioni che vengono da fuori. Roma? Vado a giocare, prenderò il volo in prima possibile.

Sarà divertente, sono grata per l'opportunità che mi ha dato il torneo di Roma con il loro invito e non vedo l'ora di giocare sulla terra battuta, sarà un cambio veloce ma divertente"