Naomi Osaka, è titolo: "Ad un certo punto il mio obiettivo era non perdere 6-1,6-0"



by   |  LETTURE 2783

Naomi Osaka, è titolo: "Ad un certo punto il mio obiettivo era non perdere 6-1,6-0"

Terza finale e terzo titolo in un torneo del Grande Slam per la tennista giapponese Naomi Osaka. Per la nipponica è stata una vittoria molto sofferta con una gran rimonta dato che la Azarenka era avanti 6-1;2-0 e con una palla per arrivare al 3-0 che avrebbe potuto chiudere direttamente il match.

La bielorussa non ha sfruttato l'occasione e la giovane tennista orientale è riuscita a ribaltare l'incontro e conquistare una nuova vittoria nei Grandi Slam.

Le parole in conferenza stampa di Naomi Osaka

Al termine del match Naomi Osaka ha commentato in questo modo questa vittoria.

Ecco le sue parole in conferenza stampa: "Ho iniziato davvero male il match, nel primo set ero così nervosa che non riuscivo neanche a muovere i piedi, mi sentivo come se non stessi giocando. Sapevo di non essere al 100 % ma non stavo giocando neanche al mio 70 %.

Devo dire che alla fine sentivo come se tutto ciò era un aspetto mentale ma ho pensato di rimanere positivo e di non perdere 6-1;6-0. È lì che ho iniziato a migliorare e consapevole dei miei mezzi ho sfruttato le opportunità a disposizione.

La mia imbattibilità nel post Pandemia? "Ci sono stati molti momenti difficili in queste settimane, soprattutto nella bolla e ho avuto il tempo di pensare a tante cose. Penso di aver superato tutto però durante la mia quarantena e mi sono preparata al meglio per vincere questo torneo.

A fine match mi sono buttata a terra ed ho pensato a tutte le volte che avevo visto le giocatrici crollare a terra e guardare il cielo. Ho sempre voluto vedere ciò che vedevano loro, è stato un momento incredibile per me, sono molto felice"

Le differenze rispetto alla vittoria del 2018? "Questa volta è tutto diverso a causa delle circostanze, a quei tempi non eravamo in una bolla e c'erano migliaia di fan. Alla fine però mi concentro solo sugli aspetti di campo , così ho fatto quella sera e così ho fatto oggi.

In questa pausa ci sono stati mesi molto importanti per me, la quarantena mi ha aiutato a guadagnare tempo per pensare alle varie cose, ai miei obiettivi ed a tutte le cose per cui voglio che le persone si ricordino di me.

Sono già entrato in questi ultimi due tornei con questa nuova mentalità e sicuramente mi ha aiutato" Sulla crescita personale infine: "Un buon esempio sono stati il primo ed il secondo set si oggi. Avrei potuto mollare facilmente ma volevo combattere sino alla fine.

Onestamente non avevo altro pensiero nella mia testa se non quello. Non stavo pensando di vincere, ma solo di gareggiare e alla fine ho vinto il trofeo. Sono una tennista molto più completa rispetto al passato e soprattutto sono consapevole di quel che faccio"