Thiem supera Medvedev e scherza: “Non vorrei dover chiamare Andy Murray!”



by   |  LETTURE 10709

Thiem supera Medvedev e scherza: “Non vorrei dover chiamare Andy Murray!”

La testa di serie numero 2 del torneo Dominic Thiem ha sconfitto con il punteggio di 6-2 7-6 (7) 7-6 (5) il russo Daniil Medvedev, già finalista a Flushing Meadows lo scorso anno. L’austriaco affronterà adesso il giovane Alexander Zverev, vittorioso sullo spagnolo Pablo Carreno Busta.

Il mondo del tennis conoscerà dunque un nuovo campione Slam, che forse troverà proprio a New York la forza e la determinazione necessarie per cercare di porre fine – una volta per tutte – al dominio incontrastato di Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal.

La conferenza stampa di Dominic Thiem

Nell’intervista post match, il ventisettenne austriaco ha scherzato: “Se vinco, sarà il mio primo trofeo di un Grand Slam. Se perdo, dovrò chiamare Andy Murray per scoprire come ci si sente con uno 0-4”.

Il campione scozzese ha infatti perso le sue prime quattro finali Major, con Thiem che in caso di sconfitta lo eguaglierebbe. Dominic è già approdato due volte all’ultimo atto del Roland Garros (superato in entrambe le occasioni da Rafael Nadal) ed una degli Australian Open, quest’anno, sconfitto in rimonta da Nole Djokovic.

“Voglio assolutamente vincere questo titolo così importante”, ha proseguito l’austriaco. “Anche Zverev lo vuole, è alla sua prima chance. Per me sarà la quarta”. E’ dal 2014 che nessun giocatore dei Big 3 si sfiderà in finale nella Grande Mela: nell’ultima occasione, la partita vide contrapposti il croato Marin Cilic e il giapponese Kei Nishikori.

I precedenti tra Zverev e Thiem recitano 7-2 in favore di quest’ultimo: i due si sono scontrati anche nella semifinale degli Australian Open 2020, con Dominic uscito vincitore per 3-6 6-4 7-6 7-6. L’ultimo successo del tedesco risale alla finale di Madrid 2018, quando ha trionfato con un doppio 6-4.

Zverev, già numero 3 del mondo nel 2017, risalirebbe fino alla sesta posizione del ranking ATP in caso di vittoria domenica (oggi è 7°).