Osaka avanti: "C'è stato un momento in cui credevo di avere zero chance nel match"



by   |  LETTURE 1252

Osaka avanti: "C'è stato un momento in cui credevo di avere zero chance nel match"

Partiva inizialmente come la semifinale più scontata eppure il match tra Naomi Osaka e Jennifer Brady è stato molto combattuto e ha visto vincere la campionessa nipponica in tre set. In finale la Osaka sfiderà Viktorjia Azarenka che ha battuto in rimonta la 23 volte campionessa di titoli del Grande Slam Serena Williams.

Al termine del match la giapponese ha parlato di tanti temi in conferenza stampa.

Le parole in conferenza stampa di Naomi Osaka

Dopo il successo Naomi Osaka ha parlato cosi in conferenza stampa: "È stata una gara davvero di alta qualità, ho notato che il livello di Jennifer era molto alto e non è mai calata durante il match.

Mi ha ricordato molto la gara disputata contro Petra Kvitova in Australia. A differenza di quella gara qui la Brady è stata solidissima per tutto il match e c'è stato un momento in cui credevo di non avere nessuna chance.

Non so come l'ha vissuta il pubblico da casa, ma mi rende felice che tutti parlano di una grande gara. Alla fine sento di non avere altra via d'uscita che giocare al mio 100 %. Normalmente so che il mio 100 % basta per vincere la gara in due set, ma oggi non era così.

È stata una gara divertente anche per merito di Jennifer, ma in fondo siamo nella fase finale del torneo, è normale vedere sfide del genere. Rispetto al passato ho imparato dagli alti e bassi che ho affrontato non solo in finale ma sempre.

Più invecchi e più diventi forte, questo è qualcosa che impari trascorrendo anni sul circuito. Mentalmente mi sento più forte, mi sento davvero in forma ora e vedremo cosa succederà"

Sulla finale con Azarenka: "Ho giocato una volta al Roland Garros contro di lei, in realtà sono due ma questa è quella recente ed è quella che ricordo meglio. Adesso sembra molto fiduciosa in campo, si muove molto bene ed è chiaro che sarà una sfida molto difficile.

Il tennis dopo la quarantena? Non sei mai davvero sicuro di come andranno le cose dopo una situazione del genere ma ho lavorato davvero tanto in questo periodo ed ho preparato al meglio questi tornei. Sulla finale: "Di solito non dormo durante gli Slam, proverò a farlo questa volta ma già mi immagino distesa sul letto ad occhi aperti mentre provo ad addormentarmi. Voglio essere rilassata e sono davvero felice di poter giocare la finale"